Auguri a Gianmarco Calleri, imprenditore, ex dirigente sportivo ed ex calciatore italiano, azzurro nel biennio 1958-60 !

Nel 2022 Tuttonovara fa gli auguri di buon compleanno ai calciatori, agli allenatori e ai dirigenti del Novara viventi nati prima del 1950 (cioè ultrasettantenni)
10.01.2022 09:20 di Roberto Krengli Twitter:    vedi letture
Fonte: it.wikipedia.org-transfermarkt.it
Gianmarco Calleri
Gianmarco Calleri
© foto di storiefuorigioco.altervista.or

Il 10 gennaio 1942 è nato a Busalla, comune della città metropolitana di Genova, in Liguria, Gianmarco Calleri, imprenditore, ex dirigente sportivo ed ex calciatore italiano, che oggi dunque compie 80 anni.

Calleri ha giocato a calcio come attaccante o centrocampista dal 1958 al 1963. E' stato poi imprenditore e dirigente sportivo ed ha pure fatto l'attore.

Tuttonovara gli fa i migliori auguri di buon compleanno !

-

Carriera

Calciatore

Gianmarco Calleri è stato in gioventù un calciatore professionista.

E' cresciuto negli anni '50 nella squadra dilettantistica piemontese del G.S. Valerio Bacigalupo (ex portiere del Grande Torino).

Nel biennio 1958-60 ha giocato nel Novara (Associazione Calcio Novara) in Serie B.

Nel biennio successivo ha militato nel Monza (Associazione Calcio Monza), in quegli anni in connubio con il marchio Simmenthal, sempre in Serie B.

Nella stagione 1962-63 è stato in Serie B alla Lazio (Società Sportiva Lazio), giocando nella formazione De Martino senza mai esordire in prima squadra.

Imprenditore e Dirigente sportivo

Abbandonata prematuramente la carriera calcistica, Calleri è diventato proprietario di numerose imprese, tra cui la più rappresentativa è stata Mondialpol (gruppo di società operante nel settore vigilanza e trasporti valore).

Successivamente è tornato nel mondo del calcio come presidente di importanti società calcistiche italiane. La prima squadra di cui è stato il massimo dirigente sportivo è stata l'Alessandria, attuando ricche campagne acquisti dal 1983 al 1985.

Il 25 luglio 1986, insieme al fratello maggiore Giorgio e al finanziere Renato Bocchi (azionista di riferimento fino al 1989), ha rilevato la Lazio dal gruppo finanziario di Franco Chimenti. Gianmarco, che ha raccolto la carica presidenziale, ha contribuito a risanare la situazione economica del club biancoceleste per poi iniziare la fase di rilancio in Serie A (oltre ad aver acquistato giocatori come Rubén Sosa, Riedle e Doll, è stato lui a concludere la trattativa che ha portato  a Roma il campione inglese Paul Gascoigne); ha inoltre acquisto i terreni sui quali è nato il Centro sportivo di Formello. Nel febbraio 1992, con Bocchi ormai defilato, Calleri ha venduto la società al rampante finanziere romano Sergio Cragnotti.

Sparito dalla scena per qualche tempo, Gianmarco è tornato nella primavera del 1994, quando ha acquistato il Torino, per poi lasciare nel 1997, al momento della retrocessione della squadra granata in Serie B.

Una volta terminato il periodo torinista, l'imprenditore ligure ha deciso di approdare nel calcio estero e ha rilevato nel 1998 la società svizzera del Bellinzona, rivendendola poi nel 2001.

Dopo aver tentato invano di acquisire il Genoa nel 2003 e provato una nuova scalata alla Lazio nell'estate del 2004, ha deciso di ritirarsi lasciando le sue più importanti attività al figlio Riccardo, ex vicepresidente della Gea World.

Attore

Nel 1975 Gianmarco Calleri ha recitato (con lo pseudonimo di Marco Reims) nel film 'Perché si uccidono - La merde' di Mauro Macario, insieme a Maurice Ronet, Leonora Fani e Beba Loncar.

-

Ecco in sintesi la carriera di Gianmarco Calleri. Nell'ordine sono indicate le stagioni e le squadre di club nelle quali ha militato, il numero di presenze in campionato, il numero di gol segnati (tra parentesi) e infine i risultati ottenuti dalla squadra alla fine di ciascun campionato:

Calciatore

Giovanili

anni '50 - G.S. Bacigalupo

Club

Competizioni nazionali

1958-60 - Novara - ? (?): nel 1958-59 10º in Serie B, Secondo turno di Coppa Italia; nel 1959-60 13º in Serie B, Primo turno di Coppa Italia.

1960-62 - Simmenthal-Monza - ? (?): nel 1960-61 5º in Serie B, Primo turno di Coppa Italia, Partecipa alla vittoriosa delegazione italiana nella Coppa delle Alpi; nel 1961-62 8º in Serie B, Primo turno di Coppa Italia, Quarti di finale di Coppa delle Alpi.

1962-63 - Lazio - ? (?): 2ª in Serie B, Promossa in Serie A, Primo turno di Coppa Italia.

-

fonte:   it.wikipedia.org-trasfermarkt.it

-