Il punto sulla Serie C (di Tommaso Maschio)

12.05.2021 12:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: tuttoc.com
Tommaso Maschio
Tommaso Maschio

Dopo oltre un anno il nome di Carlo Rivetti torna d’attualità in casa Modena. Il patron del marchio d’abbigliamento Stone Island, ceduto al gruppo Moncler per 1,15 miliardi di euro nel 2020, la scorsa primavera aveva avuto diversi colloqui con il presidente gialloblù Romano Sghedoni per entrare come socio di minoranza, con il 30% delle quote, nella compagine emiliana. Colloqui che, anche a causa dell’esplosione della pandemia Covid-19, non avevano portato a una fumata bianca.

Rivetti però non ha abbandonato il sogno di guidare il Modena e a distanza di un anno, con la squadra in corsa nei play off promozione, eccolo tornare alla carica questa volta per acquistare l’intero pacchetto azionario della società emiliana. Una trattativa che sembra ben avviata e che potrebbe portare al cambio di proprietà nelle prossime settimane con il patron di Stone Island che avrebbe già le idee chiare sulle prime cose da fare una volta in sella ai Canarini, in attesa di capire in quale serie giocheranno l’anno prossimo.

Ristrutturazione del Braglia, realizzazione di un nuovo centro sportivo e realizzazione di una foresteria. Progetti che uniti a una figura di primo piano come quella di Rivetti, legato al territorio e desideroso di restituire qualcosa a livello sportivo, fanno sognare in grande i tifosi gialloblù che vedono la fine di un tunnel iniziato nel 2017 con il fallimento e continuato con la lenta risalita che l’ha portato in tre stagioni a giocarsi un posto in Serie B. Un obiettivo che, se non dovesse concretizzarsi quest’anno, sarebbe quello prioritario della nuova – e ricca – proprietà che potrebbe anche decidere di vestire il Modena rendendola una delle squadre più alla moda del mondo.

Tommaso Maschio

-