Il punto sulla Serie C (di Ivan Cardia)

18.06.2021 11:00 di Roberto Krengli Twitter:    vedi letture
Fonte: tuttoc.com
Ivan Cardia
Ivan Cardia

Chi la dura la vince, i latini dicevano gutta cavat lapidem. L’Alessandria vola in Serie B, dopo averci provato per anni, nella stagione in cui ai nastri di partenza i grigi non erano gli assoluti favoriti. Quasi un paradosso, se si considera che in passato il club piemontese ha addirittura visto sfumare clamorosi vantaggi in classifica. Sindrome dal braccino o che altro, chi lo sa. Sta di fatto che l’Alessandria ci ha provato per anni, alle volte l’avrebbe meritato, di sicuro l’ha meritato e ottenuto questa volta. Un esempio per tutte le altre: in Serie C contano i soldi che si spendono, vero, ma non soltanto quelli.

È questione di persistenza e di competenza. Di una categoria a sé che chi è abituato alle categorie superiori affronta spesso con quel pizzico di superficialità e arroganza che alla fine non aiuta davvero mai. All’Alessandria diamo un arrivederci con un pizzico di nostalgia perché è una bella piazza da raccontare, una bella società. Ma merita di giocarsi, finalmente, la sua occasione nel campionato cadetto. Alle altre: prendete esempio. In Serie C bisogna crederci sempre. E mandare giù un sacco di bocconi amari prima di ottenere il più dolce.

-