Il punto sulla Serie C (di Dario Lo Cascio)

30.04.2021 12:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: tuttoc.com
Dario Lo Cascio
Dario Lo Cascio

Domenico Serafino, presidente della Sambenedettese, si è presentato - virtualmente - all'udienza del Tribunale per il fallimento del club, lanciando sul piatto l'ennesimo rilancio: ho uno sponsor, con il fondo Covid e con la cessione di alcuni giocatori, risano i debiti del club. C'è da dire comunque che l'udienza è stata molto breve. Che Serafino ci abbia "provato" o che avesse una qualche garanzia a sostegno di queste nuove promesse, davvero poco importa. Alzi la mano a chi crede più alle sue parole ormai. Ci siamo trovati, noi appassionati di calcio e loro malgrado i tifosi della Sambenedettese, di fronte a un altro dei tanti bluff che purtroppo caratterizzano questo mondo. E che continueranno a esistere.

Concordiamo con il presidente Ghirelli, che ha definito la vicenza "sconcertante", un aggettivo oltremodo azzeccato. Dispiace che però, nonostante tutto, nonostante le riforme passate, presenti e future, che lo stesso numero uno della Lega Pro ha evidenziato, capitino ancora situazioni del genere. Lo "stato dell'arte" di cui parla, oggettivamente, è ancora ben lontano dall'essere raggiunto. La strada giusta è sicuramente stata intrapresa, ma inasprire le sanzioni non sembra così tanto dissimile dal mettere una toppa sullo strappo. Appare evidente che nonostante tutto le maglie per disincentivare l'ingresso di elementi tossici al sistema Serie C restano un po' troppo larghe. Ci chiediamo se un giorno si riuscirà a creare un vero filtro di controllo a monte, e che si miri a colpire questi imprenditori o presunti tali nei loro beni materiali in un contesto di giustizia veramente efficace. È la sostanziale impunità all'esterno - e a volte anche all'interno - del sistema calcio il vero problema. 

Chiudiamo con una breve riflessione sul calcio giocato. Padova e Perugia, domenica, si giocheranno a distanza la promozione diretta in Serie B per quanto riguarda il Girone B. Che vinca il migliore, è veramente il caso di dirlo, e si è trattato di un girone entusiasmante fino alla fine. Immaginatevi un torneo unico dove queste squadre, il Sudtirol, Como, Alessandria, Ternana, Bari, Avellino e le altre, si fossero giocare la B tutte insieme. La C élite o come la si voglia chiamare è il vero futuro di questo torneo, un campionato competitivo ed entusiasmante. Altro che Super League...

Dario Lo Cascio

-