Il fatto della settimana (di Marco Pieracci)

06.06.2021 11:00 di Roberto Krengli Twitter:    vedi letture
Fonte: tuttoc.com
Marco Pieracci
Marco Pieracci

La stagione di Serie C deve ancora volgere al termine con la Final Four dei playoff al via oggi che decreterà la quarta squadra promossa in B dopo Como, Perugia e Ternana ma in attesa dell'ultimo verdetto inizia già a delinearsi la prossima.

Lunedì il Consiglio Direttivo di Lega Pro ha deliberato l'adozione del criterio orizzontale nord/centro/sud per la composizione dei gironi del campionato 2021/22.

Alla base di questa decisione, votata all'unanimità, la necessità per i club di contenere i costi di gestione, dopo gli enormi sforzi sostenuti in quella attuale facilitando gli spostamenti e riducendo il più possibile le distanze per le trasferte. In concreto non cambierà granchè per quanto riguarda il girone C mentre si assisterà a un rimpasto molto più consistente tra i gironi A e B. Ovviamente è presto per lanciarsi già da adesso in previsioni visto che per avere un quadro più definito si dovranno attendere anche le ultime promozioni dalla Serie D. Comunque, al netto della suggestiva, ma nei fatti impraticabile, ipotesi di passare a gironi nazionali con sorteggio della quale si era parlato si può dire che la scelta presa in relazione al momento storico che stiamo vivendo sia la più logica, perchè risponde al buon senso e mette d'accordo tutti. 

“Il percorso intrapreso dalle società ha permesso di trovare una soluzione pienamente condivisa - la chiosa del presidente Lega Pro Francesco Ghirelli - con una decisione democratica e responsabile. La sostenibilità economico – finanziaria del sistema ha guidato qualsiasi valutazione, ringrazio il Direttivo e la Commissione perché hanno operato in modo rapido e avveduto, comprendendo il momento storico che stiamo attraversando”. 

Marco Pieracci

-