Lo sport respira: approvato il credito d’imposta

Nel Decreto di agosto previste agevolazioni per imprenditori che investono nell'attività sportiva
12.08.2020 13:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: primanovara.it
Lo sport respira: approvato il credito d’imposta

Forse si è imboccata la strada verso la ripartenza dello sport con il provvedimento governativo che riguarda le sponsorizzazioni, il successivo nuovo protocollo che permette alle squadre di allenarsi in gruppo e i primi segnali verso la riapertura dei palasport al pubblico.

Decreto agosto: sì al credito d’imposta per le società sportive

Lo sport quindi può cominciare a tirare un primo sospiro di sollievo con l’inserimento nel decreto di agosto del credito d’imposta così come richiesto a gran voce dal Comitato 4.0 che raggruppava le maggiori Leghe sportive italiane. Una notizia di fondamentale importanza per le società per poter continuare la propria attività, uno strumento oggi indispensabile per riuscire a mantenere vicini i propri sponsor e, per chi dovesse nel frattempo averli persi, magari trovarne dei nuovi. L’agevolazione, fissata al 50%, sarà concessa alle imprese che effettuano investimenti dal 1 luglio al 31 dicembre 2020 a favore di società sportive con importo non inferiore a 10.000 euro e il requisito per le associazioni sportive dilettantistiche di ricavi relativi al periodo d’imposta 2019, prodotti in Italia, almeno pari a 200.000 euro e fino ad un massimo di 15 milioni di euro e di certificare di svolgere attività sportiva giovanile.

Il prossimo passo sarà la riapertura al pubblico degli impianti

Adesso le federazioni e le loro società attendono l’altro passo, quello di poter riuscire a tornare a giocare con gli impianti aperti sin da settembre, cioè con il pubblico che, oltre a dare una valenza alle competizioni, è fonte di guadagno importante per le società, naturalmente secondo regole e procedure definite da protocolli sanitari che tengano conto delle specificità dei diversi sport.

a.m.

-