Figc, prorogato al 31 luglio termine per discussione e approvazione riforma

10.06.2021 18:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: lega-pro.com
Figc, prorogato al 31 luglio termine per discussione e approvazione riforma

Il presidente Gabriele Gravina ha aperto i lavori alle ore 11.30 con i consiglieri: Dal Pino e Marotta per la Lega di A; Balata per la Lega B; Ghirelli, Marino e Pasini per la Lega Pro; Sibilia, Acciardi, Franchi, Frascà, Ortolano e Zanon per la Lega Nazionale Dilettanti; Calcagno, Biondini, Marchitelli e Bernardi per gli atleti; Beretta e Giatras per i tecnici; il presidente dell’AIA Trentalange; il presidente del Settore Giovanile e Scolastico Tisci; il presidente del Settore Tecnico Albertini; il segretario generale Brunelli; la presidente della Divisione Calcio Femminile Mantovani; il membro UEFA nel Consiglio FIFA Christillin.

Gravina ha aperto i lavori del Consiglio mostrando profondo compiacimento per il fatto che, dopo oltre un anno, la riunione si svolgesse con la presenza di tutti i consiglieri. Un’occasione straordinaria che coincide con l’inaugurazione di ‘Casa Azzurri’, il luogo scelto dalla FIGC per accogliere tifosi, partner, istituzioni e semplici appassionati e poter condividere con loro la passione per il calcio e per l’azzurro in concomitanza con UEFA Euro 2020.

Nomina del Presidente e del Consiglio del Settore Tecnico

Su proposta del Presidente federale, il Consiglio ha votato quale presidente Demetrio Albertini e il Consiglio Direttivo, in attesa delle indicazioni della Lega B, Aia e Settore Giovanile e Scolastico, sarà così composto: Umberto Marino, Mauro Milanese, Paolo Mangini, Gianluca Zambrotta (vice presidente), Giuliano Ragonesi (vice presidente), Enrico Castellacci, Roberto Mancini, Marcello Giustiniani, Paolo Bosi (vice presidente).

“Lavorerò in continuità con quanto svolto fino ad ora – ha dichiarato Demetrio Albertini, siamo riusciti nel rimettere al centro del nostro agire il dialogo e la concertazione, dando sviluppo a nuovi corsi e a nuove opportunità di formazione anche nonostante il periodo della pandemia”.

Nomina del Presidente e del Consiglio del Settore Giovanile e Scolastico

Su proposta del Presidente federale, il Consiglio ha votato quale presidente Vito Tisci e il Consiglio Direttivo, in attesa delle indicazioni del Settore Tecnico, sarà così composto: Roberto Samadem, Matilde Rota, Gianfranco Andreoletti, Giuseppe Ruzza, Simone Perrotta Domenico Ranieri, Carlo Pacifici, Giovanni Messina, Piero Di Cristinzi, Mauro Foschia (vice presidente), Dario Loporchio, Simone Alberici (vice presidente).

“La sinergia che si è creata negli ultimi anni con tutte le componenti federali – ha affermato Vito Tisciha posto le basi per il rafforzamento della nostra strategia. Siamo consapevoli delle difficoltà del momento, ma raggiungeremo tutti gli obiettivi che ci siamo posti”.

Altre nomine di competenza

Il Consiglio ha votato all’unanimità l’elenco dei sostituti procuratori federali che passano da oltre 100 a 65, valutando anche una maggiore e più efficace distribuzione geografica in tutto il Paese.

Si è proceduto, inoltre, a nominare l’Organismo di Vigilanza previsto dal Modello di Organizzazione, gestione e controllo adottato dalla FIGC, giunto alla scadenza, del mandato triennale. La nuova composizione prevede: Cristiano Fava, Roberto Sorrentino e Giovanni Zoppi.

Modifiche regolamentari

Il Consiglio ha approvato il nuovo regolamento dell’Associazione Italiana Arbitri e le nuove norme di funzionamento degli organi tecnici.

Il Consiglio ha approvato anche la riforma dei Campionati Primavera con immediata trasformazione del format del Primavera 1 che passa da 16 a 18 squadre con 2 retrocessioni e 4 promozioni dal Primavera 2. A regime, dalla stagione sportiva 2022/23, il campionato Primavera 1 sarà composta da 18 squadre (3 retrocessioni), il Primavera 2 da 32 squadre (3 promozioni e 2 retrocessioni), il Primavera 3 da 24 squadre (2 promozioni e 2 retrocessioni) e il Primavera 4 da 26 squadre ( 2 promozioni). Contestualmente è stata abolita la norma che vincolava la partecipazione della squadra Primavera al campionato di competenza della prima squadra.

Partecipazione seconde squadre società di Serie A al campionato di Serie C 2021/2022

Ravvisata l’opportunità di riavviare il progetto che permette alle società di Serie A di partecipare al campionato di Serie C con seconde squadre, formate da giovani calciatori, al fine di favorirne la crescita ed in ottica di promozione del calcio giovanile, il Consiglio ha deliberato di riservare all’eventuale club richiedente (nel rispetto dei requisiti richiesti, compreso il versamento del contributo di euro 1.200.000) il primo posto nella graduatoria dei ripescaggi in Lega Pro.

Procedura e criteri per i ripescaggi e le riammissioni

Il Consiglio ha provveduto a definire i criteri, le tempistiche e gli adempimenti per le riammissioni e l’integrazione degli organici in caso di vacanza di organico dei campionati professionistici. Le eventuali istanze dovranno essere presentate entro il termine perentorio del 19 luglio. Per i ripescaggi in Serie C, nel rispetto del criterio dell’alternanza, dopo le seconde squadre della Serie A, è riconosciuta priorità ai Club richiedenti di Serie D.

Modifica del format dei campionati nazionali femminili

Il Consiglio Federale ha approvato la riforma dei campionati proposta dalla Divisione Calcio Femminile, che andrà a regime a partire dalla stagione 2022/2023. In particolare, nell’ottica di aumentare la qualità delle competizioni e favorire il passaggio al professionismo, sarà prevista una Serie A a 10 squadre e una Serie B a 16 squadre, con una formula di svolgimento dei campionati che ha l’obiettivo di essere sempre più avvincente e appassionante.

Varie ed eventuali

Su proposta del Presidente Gravina, il Consiglio ha approvato una proroga fino al 31 luglio (in luogo del 30 giugno) per la discussione e l’approvazione della riforma dei campionati, così da farla entrare a regime, eventualmente, dalla stagione sportiva 2022/23.

-

Valeria Debbia - Fonte: Figc.it

-