Volleymercato femminile - Sara De Lellis, Annick Meijers, Elena Bisio

Sara De Lellis a Baronissi - Annick Meijers a Chieri - Elena Bisio a Torino
18.07.2019 14:30 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: dallarivolley.com
Volleymercato femminile - Sara De Lellis, Annick Meijers, Elena Bisio

1.

Chiavi della regia a Sara De Lellis, palleggiatrice classe ’87: lei sarà “la sarta” della P2P al terzo anno di serie A2 di volley, dovrà cucire il gioco e rifornire le attaccanti.

La società e coach Ferrara hanno affidato a lei, esperta alzatrice originaria di Anzio, il ruolo piú importante per una squadra, la fonte delle idee. L’acquisto di De Lellis, che fa seguito agli innesti, nelle ultime ore, della schiacciatrice Panucci e della centrale Sestini, chiude di fatto il mercato bianco rosso blu. De Lellis ha giocato nell’ultima stagione a Chieri, in serie A1, compagine con la quale in precedenza aveva ottenuto la promozione dalla serie A2. Non è nuova a piazze calde del Sud: nei suoi trascorsi pallavolistici ci sono, infatti, le esperienze in Puglia, a San Vito dei Normanni, e in Calabria, a Soverato. In Campania, De Lellis ha già giocato a Caserta in serie A2 per due anni e ad Aversa. Giocatrice concreta, lottatrice e poco scaramantica (o molto, a seconda dei punti di vista) esorcizza tabú, dall’alto dei suoi 181 centimetri, indossando da sempre la casacca storica che l’ha accompagnata nella sua avventura sportiva, quella con il numero 17.

Il direttore sportivo della P2P Franco Cutolo la descrive cosí: “Alzatrice di forte personalitá, esperta gioca da tempo in serie A. E’ un’atleta determinata e gran lavoratrice in palestra. Con il suo arrivo la P2P chiude il cerchio. La sua esperienza sarà al servizio della squadra”.

De Lellis si presenta cosí: “Tra tutte le squadre che mi hanno cercato, la P2P è stata subito quella che ho sentito più vicina e che mi ha comunicato maggiore amore per la pallavolo. Ecco perchè sono qui. Il suo nome è garanzia di serietà e di ambiente sereno, infatti chi c’è stato poi ci ritorna. La dimostrazione è Travaglini con la quale mi sono a lungo confrontata e che è alla sua seconda esperienza con la maglia bianco rosso blu, un’atleta con la quale è già forte l’intesa, cementatasi dai tempi di San Vito, nostra prima esperienza in A2, e poi a Soverato. 

Sono una palleggiatrice che pretende tanto dalla squadra ma tantissimo soprattutto da se stessa, a cominciare dal lavoro in palestra, che deve essere sempre meticoloso e scrupoloso, perché in partita saremo quello che siamo stati in allenamento, se seminiamo in palestra raccogliamo in gara, in partita non si diventa fenomeni, non si inventa e non si improvvisa. Non mi tiro indietro, se c’è da caricare la squadra e spingerla verso una direzione di compattezza e di unità, gli ingredienti fondamentali per arrivare lontano. Ho vinto nelle categorie di B, compresa una Coppa Italia, e in A2 in finale per l’A1 con Chieri. In precedenza l’avevo persa a Legnano. In queste ultime due esperienze, il punto probabilmente più alto della carriera e sono qui alla P2P per continuare a fare bene”.

-

2.

Pochi giorni a Chieri, per conoscere quella che dalla prossima stagione sarà la sua nuova “casa” prima di tornare ad allenarsi con la Nazionale Olandese, per Annick Meijers, la nuova schiacciatrice, numero di maglia 21, della Reale Mutua Fenera Chieri ’76. Quella che vivrà sarà per lei la sua prima stagione in un campionato estero.

-

3.

Continua a prendere forma il roster della serie A2 del BARRICALLA CUS TORINO VOLLEY in vista della stagione 2019/2020. Il Centro Universitario Sportivo torinese si rinforza ulteriormente con la giovane Elena Bisio.

Opposto, 183 cm di altezza, Elena è nata ad Alessandria il 4 giugno 2000. La diciannovenne nella stagione 2018/2019 ha militato in B1 nelle fila del Cda Volley Talmassons. Nel 2017/2018 ha giocato in B1 e Under 18 per la Lilliput Settimo Torinese. Sempre a Settimo nel 2015/2016 è stata in Under 16, Under 18 e B2, nel 2016/2017 in Under 18, B2 e A2. Ama ascoltare la musica, leggere e uscire con gli amici. Elena si è diplomata quest’anno e a settembre proverà a superare il test di logopedia all’Università degli Studi di Torino.

Queste le sue prime parole in maglia cussina: “Sono contenta di vestire i colori del Centro Universitario Sportivo torinese per questa nuova stagione. Ho tanta voglia di lavorare e mettermi in gioco. Saremo una squadra mista, formata da giocatrici esperte e giovani;  spero di poter migliorare ancora e di poter dare il mio contributo alla squadra. Non vedo l’ora di iniziare”.

-