Volley femminile - Nella partita per la Supercoppa c'è stata solo Conegliano

19.11.2019 14:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: oasport.it
Volley femminile - Nella partita per la Supercoppa c'è stata solo Conegliano

Conegliano è di un altro pianeta e Novara si inchina ancora allo strapotere delle venete che alzano il primo trofeo della stagione, la Supercoppa Italiana, rifilando un secco 3-0 alla squadra di Barbolini. 

Non c’è partita fra le due formazioni che guidano la classifica del campionato, che lo scorso anno hanno giocato finali a ripetizione e l’impressione è che, al momento, Conegliano sia ingiocabile per tutte le rivali, sicuramente nel massimo torneo italiano ma probabilmente anche uscendo dai confini tricolori.

Una macchina perfetta la Imoco: Wolosz regista precisa ed estrosa, Egonu finalizzatrice che a Novara conoscono bene e che nell’ultima finale giocata da queste due squadre fu decisiva proprio a favore delle piemontesi, Sylla e Folie in surplace a mettere in costante difficoltà la difesa e il muro avversario, mentre in casa Novara nessuna riesce a tenere il ritmo delle avversarie. Rassegnate fin dalle prime battute, le novaresi si sono fatte sopraffare dalle rivali, risultando poco efficaci in battuta, quasi mai vincenti a muro e in difesa sulle potenti bordate delle bocche da fuoco rivali.

Nel primo set la Igor Gorgonzola Novara prova a tenere il ritmo delle rivali ma Conegliano lentamente ma in modo inesorabile distanzia le rivali che non trovano in Brakocevic l’attaccante che può impensierire l’Imoco. Non basta la buona volontà della nuova arrivata in casa Novara (che deve fare a meno di Megan Courtney, sostituita da Di Iulio, utilizzata con il contagocce da Hancock. Conegliano, senza troppi problemi, vince 25-20 e indirizza il match su binari ben precisi.

In avvio di secondo set Novara sembra scossa, fatica a trovare il bandolo della matassa in ricezione e in attacco, Novara vola ma un piccolo black out delle piemontesi permette alla Igor Gorgonzola, trascinata da Chirichella, di riportarsi sotto: 11-11. Conegliano non fa una piega e riparte appoggiandosi sulla solita implacabile Egonu che dà un’accelerata e le venete si trovano avanti 16-12. Stavolta Novara non rimonta e Conegliano non trova più difficoltà fino al 25-17 che chiude il secondo set.

In avvio di terzo parziale c’è solo Conegliano in campo. La squadra veneta mette in apprensione da subito la squadra avversaria e vola sull’11-5 prima e sul 17-12 poi. Un muro su Egonu regala una piccola speranza alla squadra piemontese: 17-14. Conegliano riparte (20-15), Hancock non si arrende: 20-17. Novara di nuovo si scuote e conquista cinque set ball (24-19), Novara annulla due match ball e ci pensa la solita Egonu, migliore in campo, a chiuderla con una diagonale potente da zona 2 per il 25-21 finale.

Enrico Spada

-