Volley femminile - Le migliori italiane della seconda giornata di Serie A1: battaglia ad alta quota a Novara tra Chirichella e Mingardi

22.10.2019 14:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: oasport.it
Camilla Mingardi
Camilla Mingardi

Seconda giornata piena di sorprese in serie A1 femminile ma anche zeppa di belle prestazioni delle giocatrici italiane che si sono messe in luce con prove di grande spessore. Su tutte Camilla Mingardi e Cristina Chirichella che si sono date battaglia in doppia cifra nella sfida vinta da Brescia sul campo di Novara.

LE MIGLIORI ITALIANE DELLA SECONDA GIORNATA IN SERIE A1

CRISTINA CHIRICHELLA: Che partita per il centrale azzurro! Il dato che salta subito all’occhio sono i 13 muri che però non fermano Brescia. Arriva a quota 26 punti in cinque set, mette lì un 54% in attacco. Nella giornata nera di Novara c’è anche qualche buona notizia.

CAMILLA MINGARDI: Devastante in attacco, demolisce, palla dopo palla, la resistenza di Novara, non di una squadra qualunque. Arriva a quota 37 punti con il 48% in attacco, con 2 muri e 2 ace. Se tiene questo ritmo Egonu può avere un’alternativa credibile in azzurro nel ruolo di opposto.

CARLOTTA CAMBI: L’impresa di Cuneo sul campo di Scandicci porta anche la sua firma. Guida con maestria la formazione piemontese che compie un vero e proprio capolavoro contro una delle favorite per lo scudetto. Scelte azzeccate e grande precisione ed efficacia.

SERENA ORTOLANI: Eccola di nuovo protagonista nel successo di Monza contro Bergamo. Raggiunge quota 22 punti, con il 45% in attacco e 4 muri che spingono in alto la Saugella che si rifà nel derby dopo un avvio di stagione deludente.

ANNA DANESI: Anche lei era attesa al varco e si fa trovare pronta con una super prestazione: in tre set mette a segno 14 punti, con un ace, 2 muri e un ottimo 65% in attacco.

BEATRICE PARROCCHIALE: Metta anche la sua firma nella vittoria di Monza con Bergamo con un ottimo 75% in ricezione.

ALESSIA GENNARI: Contribuisce a demolire Chieri con una prova di ottimo spessore che la vede realizzare 12 punti, con 2 ace, 1 muro e il 50% in attacco e in ricezione.

BEATRICE BERTI: Un’altra prova di spessore della centrale di Busto che realizza 11 punti in tre set con un ottimo 75% in attacco e 2 muri.

MIRIAM SYLLA: A Filottrano, la capolista mette il pilota automatico e i sussulti veri arrivano dalla schiacciatrice della Nazionale che chiude con 12 punti, il 67% in ricezione e il 52% in attacco. Prova di sostanza.

CATERINA BOSETTI: Chi si rivede… A Perugia spinge la sua Casalmaggiore alla vittoria con una prestazione a 360 gradi: 15 punti, 1 ace, 75% in ricezione, 44% in attacco e 2 muri. Si può dire che è tornata!

SARAH FAHR: Secondo indizio. Anche a Caserta la centrale di Firenze sfodera una prestazione positiva con 8 punti, il 63% in attacco e 3 muri. Sembra avere già imparato la lezione.

Enrico Spada

-