Volley femminile - Serie A1: Novara supera il Club Italia e raggiunge Conegliano

Nel turno infrasettimanale Egonu e socie espugnano il Centro Pavesi e tornano in vetta, vincono anche Busto, Cuneo e Casalmaggiore
31.01.2019 10:00 di Roberto Krengli Twitter:   articolo letto 39 volte
Fonte: tuttosport.com
Volley femminile - Serie A1: Novara supera il Club Italia e raggiunge Conegliano

Due vittorie interne e due esterne nella seconda di tre serate dedicate al turno infrasettimanale della Samsung Volley Cup di Serie A1 Femminile.

Torna al successo la Igor Gorgonzola Novara, che chiude la pratica Club Italia Crai in quattro set con qualche difficoltà: i tre punti consentono alle azzurre di Massimo Barbolini di riportarsi in testa alla classifica agganciando l’Imoco Volley Conegliano (che però ha disputato una partita in meno) e scavalcando la Savino Del Bene Scandicci, ferma per il turno di riposo.

Si riappropria del quarto posto la Unet E-Work Busto Arsizio, che al PalaYamamay sconfigge per 3-0 la Reale Mutua Fenera Chieri.

Sorride anche la èpiù Pomì Casalmaggiore, che si ricompatta e ha la meglio sulla Lardini Filottrano con il massimo scarto.

Lotta senza esclusioni di colpi tra Bosca S.Bernardo Cuneo e Banca Valsabbina Millenium Brescia: il confronto, a tratti davvero spettacolare, premia le piemontesi, che rimontano per due volte nel conto dei set, annullano un match point e colgono la nona vittoria stagionale.

Questa sera il posticipo tra Saugella Team Monza e Il Bisonte Firenze, in diretta su Rai Sport + HD (canali 57 e 58 del digitale terrestre), chiuderà il programma della 18^ giornata.

 

CLUB ITALIA CRAI – IGOR GORGONZOLA NOVARA   1 - 3

Ritorno al successo per le azzurre di Massimo Barbolini: la Igor Volley ha vinto 1-3 la sfida del Centro Pavesi contro il Club Italia dell’ex Fahr. Con 28 punti di Egonu e 18 della coppia centrale Veljkovic-Chirichella, le azzurre hanno conquistato posta piena con la sola macchia del secondo parziale perso ai vantaggi dopo una lunga rimonta.

Bellano schiera le azzurrine con Nwakalor opposta a Morello, Fahr e Lubian centrali, Battista e Pietrini schiacciatrici e De Bortoli libero; Igor in campo invece con Carlini in regia ed Egonu in diagonale, Chirichella e Veljkovic al centro, Bartsch-Hackley e Plak in banda e Sansonna libero.

Parte bene Novara sul turno in battuta di Veljkovic (1-2, ace) con Egonu che firma il primo allungo (1-5), cui replica Pietrini (6-7, diagonale) prima del nuovo break firmato Egonu-Plak che porta la Igor al 10-16 e costringe Bellano al timeout. Sansonna è costretta al forfait da uno scontro di gioco con Plak (per lei una botta al ginocchio destro, la cui entità sarà valutata nelle prossime ore), al suo posto c’è Zannoni con le azzurre che proseguono a dare il ritmo al match (Plak, 11-18) e si ritrovano 13-22 con l’ace di Chirichella. Finisce senza sorprese, 13-25.

Lubian suona la riscossa (4-2) e Fahr alza la voce a muro (7-4) mentre Barbolini ferma il gioco; Novara non riesce a rientrare (16-9, ace di Pietrini) e il Club Italia mantiene un ampio vantaggio fino al 20-14 (muro su Egonu); nel momento più complicato Novara reagisce e prima rientra 21-17, poi manda in battuta Egonu che con due ace e una serie di servizi insidiosi propizia il 23-22 che riapre i conti. Pietrini conquista il set ball, Chirichella concretizza una gran difesa di Zannoni (24-24) ma ai vantaggi la spuntano le padrone di casa con Lubian (26-24, fast).

Si riparte testa a testa, con due muri consecutivi di Carlini su Pietrini (4-7) che rompono l’equilibrio e una gran difesa della palleggiatrice americana che propizia il 6-10 firmato da Egonu. Sul servizio della stessa Carlini (ace, 6-15) Novara ipoteca in anticipo il parziale, con Fahr (9-21) e Chirichella (10-23) che duellano al centro prima del disperato tentativo di rimonta delle azzurrine (15-24), “spezzato” dal maniout della neoentrata Bici per il 15-25.

In sestetto, tra le padrone di casa, c’è Omoruyi (già subentrata in precedenza a Battista) e le azzurrine partono forte (7-3), costringendo Barbolini al timeout. Novara rientra (7-7) e la gara procede nel segno dell’equilibrio con Plak a segno dopo una gran difesa di Zannoni (12-12) e Bartsch-Hackley a firmare l’allungo sul 13-16. Timeout per Bellano, Veljkovic mantiene le distanze a muro (16-19) e dopo un errore (18-19) Egonu si riscatta con la diagonale del 18-21; Nwakalor fa 20-21 in diagonale ma Novara non concede spiragli e chiude senza rallentare, 21-25 (ace di Egonu).

Massimo Bellano (Allenatore Club Italia): « Da questa partita ci portiamo a casa tre belle cose. La prima è la reazione dopo il primo set, che è stato bruttissimo e il rischio era di proseguire su quella strada. La seconda cosa bella è il secondo set. E secondo me dobbiamo imparare tanto anche dal quarto perché la piega che aveva preso era uguale a quella del secondo. Stavamo giocando molto bene, poi abbiamo avuto una parte centrale del set con quattro errori gratuiti e un fallo di posizione un po’ strano, poi alla fine ce la siamo giocata. Certo con un po’ più di cinismo potevamo anche conquistare il quarto set. E’ stata una partita dove finalmente abbiamo difeso con un ritmo interessante e abbiamo contrattaccato bene. Sappiamo che Novara fa un altro campionato rispetto al nostro, quindi complimenti a loro. A noi restano le considerazioni positive e quindici giorni di pausa per crescere ancora prima delle prossime partite. La stagione vera per noi è iniziata cinque giorni fa quando siamo tornati al completo. In realtà questa sera mancava Populini, ma finalmente possiamo fare le cose con un po’ più di tranquillità ».

Massimo Barbolini (Allenatore Igor Gorgonzola Novara): « Dobbiamo fare molto meglio di così, la cosa positiva sono i tre punti conquistati che portiamo a casa ma va detto che siamo stati aiutati dai loro errori in alcuni momenti importanti. Ora pensiamo alla Final Four, mi aspetto un weekend nel segno dell’equilibrio con quattro formazioni di altissimo livello ».

IL TABELLINO

CLUB ITALIA CRAI – IGOR GORGONZOLA NOVARA 1-3 (13-25 26-24 15-25 21-25)

CLUB ITALIA CRAI: Morello 4, Nwakalor 13, Fahr 8, Battista 5, Pietrini 9, Lubian 6, De Bortoli (L), Omoruyi 6, Malual 2, Scola 1, Panetoni. Non entrate: Nwakalor, Kone, Bassi. All. Bellano.

IGOR GORGONZOLA NOVARA: Veljkovic 11, Egonu 29, Plak 7, Chirichella 10, Carlini 3, Bartsch 10, Sansonna (L), Bici 1, Zannoni (L), Piccinini, Camera, Nizetich. Non entrate: Stufi. All. Barbolini.

ARBITRI: Luciani, Cerra.

NOTE: Spettatori: 637

Durata set: 26′, 30′, 20′, 25′ ; Tot: 101′.