L'Almanacco del giorno - News, trattative e retroscena del 13/06

14.06.2019 12:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: tuttoc.com
L'Almanacco del giorno - News, trattative e retroscena del 13/06

"Sembra non importare nulla a nessuno. Ne prendo atto: 300.000 tifosi nelle partite dei playoff, la rivoluzione nelle norme di iscrizione, gli interventi di adeguamento negli stadi; via i banditi dalle proprietà; investimenti per i giovani; interventi per togliere i ragazzi dalle strade. Non interessa sostenere questo ? Non interessa sostenere chi riforma e cambia? Da oggi, SIAMO IN STATO DI AGITAZIONE, nella prossima assemblea dei presidenti se ne discuterà compiutamente: NON SO SE INIZIERÀ IL CAMPIONATO". Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro, scuote tutto l'ambiente puntando il dito sul disinteresse delle istituzioni nei confronti della categoria e in particolare sulla questione defiscalizzazione. 

Intanto qualche novità in casa Lucchese. L'avvocato Angelo Massone ha annunciato che il club passerà di mano e verrà acquistato da Josef Ferrando che dovrebbe rilevare la società da Castelli alla simbolica cifra di un euro. Si attendono sviluppi in merito. 

Valzer delle panchine. Il Catania vede sfumare Lucarelli, destinato alla Pro Vercelli, quindi mette nel mirino D'Angelo. Grieco sembrava vicino alla Robur Siena, ma si sarebbe inserita con sicurezza la Sicula Leonzio. La Vibonese insiste per Cevoli mentre potrebbe essere Ametrano a guidare il Rieti. 

Ufficialità importanti nel pomeriggio. Rinnovo biennale con la Triestina per capitan Lambrughi, il Ravenna conferma in porta Spurio, mentre il Potenza non si priverà né di Panico né di Ricci. 

Tra le varie trattative che hanno tenuto banco, spicca l'interesse del Padova per Turchetta del Sudtirol. Sodinha al Renate è più che una suggestione, l'Albinoleffe ha messo nel mirino Vano del Carpi, Martiniello della Reggina potrebbe andare al Campobasso mentre la Virtus Francavilla, che vorrebbe trannere Nordi (corteggiato dalla Reggina), Tiritiello e Gigliotti, guarda in casa Modena, dove piace Duca. 

Chiudiamo con la Corte Sportiva d'Appello che ha rinviato alla Procura Federale gli atti riguardanti i ricorsi di Floriano Noto e Pietro Camilli, presidenti di Catanzaro e Viterbese, avverso le rispettive inibizioni (un anno per il numero uno giallorosso, ben cinque per il patron dei laziali). Mentre ha ridotto di due mesi (dal 31 dicembre al 31 ottobre) l'inibizione per Pasquale Logiudice, direttore sportivo del Catanzaro.

Ed infine la Coppa Disciplina della Lega Pro che quest'anno vede trionfare l'Imolese, prima seppur di poco su Sudtirol e Juventus U23. Terzetto di coda invece composto da Cavese, Juve Stabia e ultima la Sambenedettese. 

Dario Lo Cascio