L'Almanacco del giorno - News, trattative e retroscena del 12/3

13.03.2019 12:00 di Roberto Krengli Twitter:   articolo letto 30 volte
Fonte: tuttoc.com
L'Almanacco del giorno - News, trattative e retroscena del 12/3

Niente calcio giocato ma tante novità in questo martedì di Lega Pro appena terminato.

A tener banco è la questione Lucchese, con il club rossonero sempre più nel baratro: gas staccato, come rivelato dal tecnico Favarin, e niente docce calde per i suoi giocatori. Ma, soprattutto, la continua mancanza di informazioni sul futuro societario: a vuoto anche la seconda assemblea dei soci, con solo il sindaco revisore Matteo Romani e il socio di minoranza Moreno Micheloni a presentarsi. Con l'amministratore unico Ottaviani che si è così espresso a GazzettaLucchese.it: "La mia assenza ? Ho altri impegni, si deve rivolgere alla proprietà. La società è paralizzata ? So tutto, ma per fare operazioni servono i soldi, serve chi paghi e io non metto soldi, sono l'amministratore. Posso dire che nei prossimi giorni vedremo degli sviluppi, mi vedrò con la proprietà. Dimissioni ? Le darò quando ci saranno sviluppi, non posso anticipare niente. Cessione? Potrebbe profilarsi qualcuno, entro due giorni ci saranno dei chiarimenti definitivi". 

Acque agitate anche in casa Viterbese: alla vigilia della sfida di coppa contro il Pisa, il patron Piero Camilli non ha risparmiato al Messaggero una bordata alla città laziale: "Fare calcio a Viterbo è impossibile, me lo avevano già fatto notare e adesso mi convinco sempre di più che è proprio così. Ora dico basta. Quando sono arrivato io non c'era niente, proveranno a fare una Serie C a salvarsi con della gente locale". 

Alla Sambenedettese, invece, botta e risposta tra il presidente Franco Fedeli e il tecnico Giorgio Roselli. Il primo alla stampa locale ha dichiarato: "La sconfitta contro il Vicenza? Chissà che spiegazioni mi darà Roselli, a me piacerebbe vedere sempre la formazione migliore in campo, con gli uomini più in forma, ma questo da noi non succede. Il mister non ha mai torto e dice che la squadra non l'ha fatta lui. Ma così dove andremo a finire ?". Il secondo ha ribattuto in conferenza stampa: "Non mi sono mai lamentato di questa squadra del fatto che non l’abbia costruita io - cosa che non ho mai fatto in tutta la mia carriera da allenatore. Voglio chiarire che io alleno i calciatori che mi da la società, non ho mai chiesto nessuno. Non mi sono mai lamentato di questa squadra e di chi l’ha costruita. Posso prendermi la responsabilità dei risultati, ma mai di una cosa simile. La dignità, innanzitutto, quella non me la calpesta nessuno".

Una querelle che rischia di incendiarsi è quella tra Catania e FIGC, con il numero uno degli etnei, Antonino Pulvirenti, che a Telecolor ha rivelato: "Per i danni subiti questa estate con la vicenda dei ripescaggi che ci ha penalizzato in diversi campi, abbiamo avanzato una richiesta di risarcimento pari a 20 milioni di euro".

Dalla Giana Erminio, queste le parole di Daniele Rocco ai nostri microfoni: "Purtroppo i risultati che speravamo non sono sempre arrivati, siamo stati un po' altalenanti, ma abbiamo sempre dato il massimo, dall'inizio, e continueremo a farlo fino alla fine. Nessuno di noi è intenzionato a mollare, mentalmente quando si entra in un circolo negativo non è facile, ottenere i tre punti diventa arduo, ma credo che la vittoria di domenica sia stato un segnale".

E, in chiusura, il calciomercato. Con un'ufficiale: il Ravenna ha comunicato che nella giornata di ieri è stato raggiunto l’accordo per il rinnovo del contratto di Carlo Martorelli, centrocampista classe ’99, che ha firmato fino al giugno 2021. Dal Bisceglie, invece, potrebbero salutare in tre a fine stagione: sulla punta Angelo Scalzone vi sarebbe l'interesse di Picerno, in caso di promozione in C, e Cavese, mentre sul difensore Giordano Maccarrone e sul centrocampista Leonardo Longo potrebbe pensarci il Cesena, sempre dopo aver vinto il campionato di Serie D. I bianconeri dovrebbero sfidare anche il Potenza per Walid Cheddira, attaccante della Sangiustese prenotato dal Parma, con i ducali che lo girerebbero in Lega Pro.

Sebastian Donzella