L'Almanacco del giorno - Aggiornamenti, trattative e retroscena del 3/6

04.06.2019 12:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: tuttoc.com
L'Almanacco del giorno - Aggiornamenti, trattative e retroscena del 3/6

La notizia del giorno è sicuramente quella relativa a Salernitana-Venezia: la gara playout si giocherà regolarmente mercoledì 5 giugno. Il TAR del Lazio ha infatti respinto il ricorso del club lagunare ritenendo che allo "stato non si ravvisano le ragioni di estrema gravità ed urgenza per la concessione della misura cautelare monocratica ai sensi dell’art. 56 del c.p.a., inoltre nel necessario bilanciamento degli interessi coinvolti, appare preminente l’interesse alla conclusione del campionato al fine di permettere alle parti resistenti di organizzare le prossime stagioni". Dura la replica del presidente arancioneroverde Joe Tacopina: "È evidente che ci sono società che vengono tutelate di più rispetto ad altre. In questo enorme caos, che noi non abbiamo in alcun modo contribuito a creare, sono state tutelate le posizioni di tutte le società coinvolte tranne quella del Venezia. Voglio sottolineare ancora una volta che Il Venezia è la squadra che più di tutte sta pagando le conseguenze di quanto deciso nelle aule dei tribunali. Che ancora una volta si sta legittimando chi commette illeciti, chi falsa bilanci e chi non rispetta le norme. Credo che nessun tifoso e nessun cittadino possa accettare una cosa del genere. Un mese fa eravamo salvi, ora dobbiamo scendere in campo e prepararci a giocare in 5 giorni. Mercoledì sera assisteremo a tutto tranne che ad un evento sportivo. Chi ha governato questa situazione è evidente che non conosce minimamente né i tempi né le dinamiche del calcio. Il Venezia non si fermerà qui. Porrò in essere tutte le azioni legali risarcitorie necessarie in relazione ai danni subiti. Voglio che i nostri tifosi sappiano che non mi fermerò finché il club non avrà ottenuto giustizia”.

Acque agitate in casa Siracusa: l'amministratore delegato Nicola Santangelo ha infatti analizzato il momento del club aretuseo, lanciando un grido di allarme. "Dopo settimane intense di trattative con molti imprenditori locali, ad oggi non abbiamo ricevuto nessun segnale concreto di partecipazione attraverso nuovi soci e Sponsor. Per quanto suddetto non possiamo affrontare la nuova stagione da soli, come è avvenuto per la stagione appena conclusa, e per tanto se la situazione rimane tale, ritengo che non ci siano le condizioni necessarie per poter continuare e quindi per iscrivere la squadra e tanto meno affrontare un campionato molto competitivo come quello del prossimo torneo. La terza serie nazionale deve essere un orgoglio per la città, la sua provincia, l'intero territorio. Serve un coinvolgimento totale, da parte di tutte le forze istituzionali, imprenditoriali e sportive, e quindi rimaniamo fiduciosi, sperando che possano arrivare segnali concreti e positivi per poter proseguire il percorso iniziato".

Capitolo ufficialità. Fabio Artico sarà il nuovo direttore sportivo dell'Alessandria per i prossimi due anni, fino al 2021. Marco Banchini ed il Como ancora insieme: la società lariana ha infatti rinnovato il contratto del suo allenatore fino al giugno 2021. La Cavese ha invece reso noto di aver sottoscritto un preliminare d’accordo in vigore dal 1° luglio 2019, con Francesco Lamazza per il ruolo di direttore sportivo, mentre Francesco Moriero sarà il nuovo allenatore per la prossima stagione. Sean Sogliano è il nuovo direttore sportivo del Padova: la società biancoscudata ha infatti siglato con il dirigente - che succede a Zamuner - un accordo su base triennale. Infine la Virtus Francavilla ha comunicato il rinnovo contrattuale del centrocampista Federico Zenuni sino al 30 giugno 2021.

Valeria Debbia