Rassegna stampa - novaranetweek.it: "Il Novara calcio si schianta contro il muro della Pro Vercelli"

Gli Azzurri sconfitti nel derby per 0- 1
07.10.2019 12:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: novaranetweek.it
NOVARA - PRO VERCELLI 0 - 1
NOVARA - PRO VERCELLI   0 - 1

Il gol dopo tredici secondi

Il Novara calcio perde il derby delle risaie pagando carissimo una distrazione al primo minuto. Il resto è un catenaccio delle bianche casacche brave a capitalizzare  l’unico gol. Nel prepartita di Novara – Pro Vercelli c’è tempo per “Nei momenti bui sarò la tua luce” lo striscione in curva nord azzurra e per una parte dei tifosi vercellesi rimasti fuori dallo stadio a intonare cori anche durante il minuto di raccoglimento per Giorgio Squinzi. Il Novara calcio parte male e dopo 13 secondi prende gol. Cross di Quagliata e Comi in tuffo mette in rete. Dopo qualche momento di sbandamento gli azzurri cercano di riprendersi. Al’8’ cross di Peralta e colpo di testa di Barbieri che va a lato di poco. Al 15’ cross di Bianchi e a centro area Schiavi ben posizionato tira ma manda a lato. Risponde la Pro al 19’con un pericoloso cross di Quagliata in area. Al 39’ punizione in area di Buzzegoli e sullo spiovente il portiere salva. Al 44’  su punizione sempre di Buzzegoli spiovente in area e tacco di Bortolussi parato. Si va al riposo con la Pro Vercelli in vantaggio.

Una squadra che ha forse sofferto di più la tensione

La ripresa vede il Novara calcio partire bene e al 7’ Bianchi ben servito da Gonzalez fa partire un missile che colpisce l’incrocio dei pali. Gli azzurri iniziano un assedio ma devono stare attenti a non scoprirsi troppo perché gli ospiti sono molto attenti a ripartire e a fare male in contropiede. I bianchi controllano bene e erigono un ver e proprio muro. Al 30’ in contropiede da 25 metri Rosso fa partire un tiro pericoloso che finisce  a lato. Faticano i novaresi e la stanchezza rende meno lucidi facendo commettere qualche errore. Al 43’ tiro al volo in area di Sbraga ma centrale e il portiere para. Nel recupero ci prova Collodel dalla distanza ma va alto. Si tratta dell’ultimo sussulto poi arriva il fischio finale.

Gli Azzurri hanno forse sentito di più la tensione ma non hanno demeritato.

m.d.

-