Rassegna stampa - lavocedinovara.com: "Il Novara segna quattro gol ed esce dal tunnel"

Gli Azzurri coronano la fine di un periodo poco positivo con una prestazione di spessore e concreta, dimostrandosi per una volta più forti anche della sfortuna
11.02.2020 11:30 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: lavocedinovara.com
NOVARA - GOZZANO 4 - 1
NOVARA - GOZZANO   4 - 1

Ci voleva il derby “provinciale” con il Gozzano per rivitalizzare il Novara e regalare la prima gioia alla famiglia Rullo. Gli Azzurri coronano la fine di un periodo poco positivo con una prestazione di spessore e concreta, dimostrandosi per una volta più forti anche della sfortuna (leggasi una decisione scellerata del direttore di gara, che ha negato a Bortolussi un rigore nettissimo per trattenuta di Uggè a metà primo tempo). Il Gozzano ha dimostrato di essere poca cosa ma questo, è giusto riconoscerlo, più per meriti azzurri che per demeriti propri: il leader azzurro, capitan Buzzegoli, festeggia il premio “Personalità che hanno fatto Centro” ricevuto in settimana con una doppietta e una prestazione in tutto e per tutto preziosa.

Se l’approccio al match è stato più aggressivo da parte del Gozzano, dopo un quarto d’ora appena è stato il Novara a cambiare passo, sfiorando il gol già al 20’ con Bortolussi. Detto dell’episodio del 22’, mal valutato dall’arbitro, il resto del primo tempo è nelle accelerazioni di Cisco che mandano in crisi gli ospiti e che al 44’ propiziano il vantaggio quando un tiraccio dell’esterno azzurro termina sui piedi di Bortolussi che da due passi “fredda” Fiory. Il colpo del “k.o.” arriva in avvio di ripresa, al 47’: gran tiro da posizione defilata di Buzzegoli che sorprende il portiere rossoblù e regala ulteriore ossigeno agli azzurri che, da quel punto in avanti, giocano di fatto sul velluto. Il Novara addormenta la partita, il Gozzano fatica a reagire e così al 62’ è Cisco che mette a soqquadro la difesa ospite, servendo Buzzegoli: tiro dalla distanza che beffa ancora Fiory grazie a una deviazione. Il gol a 5’ dal termine di Secondo non rovina la festa azzurra (3-1), che anzi viene completata al meglio dal poker con il 16enne Pinotti, appena entrato, che propizia l’autorete di Rizzo al 92′.

Giuseppe Maddaluno

-