Rassegna stampa - LA STAMPA: "La Serie B resta a diciannove squadre, questa la decisione del Coni: sfuma il sogno del Novara"

12.09.2018 12:00 di Roberto Krengli Twitter:   articolo letto 39 volte
Fonte: lastampa.it
Rassegna stampa - LA STAMPA: "La Serie B resta a diciannove squadre, questa la decisione del Coni: sfuma il sogno del Novara"

La Serie B resta a 19 squadre, quindi non ci sarà alcun ripescaggio: lo ha stabilito il collegio di garanzia del Coni, che spezza così il sogno del Novara di tornare a giocare subito nel campionato cadetto.

“La decisione è stata assunta a maggioranza con il dissenso del presidente del collegio di garanzia (Franco Frattini, ndr) e di un componente” recita il provvedimento.

Gli azzurri restano dunque in Serie C. 

Il presidente del Collegio di Garanzia, Franco Frattini, ha spiegato il motivo per la ritenuta inammissibilità dei ricorsi sul ripescaggio in Serie B:

«Io optavo per un campionato a 22 squadre con l’accoglimento dei ricorsi - ha precisato Frattini -. Il collegio ha ritenuto di confermare il torneo a 19 con una pronuncia di inammissibilità in cui si dice che sostanzialmente quei ricorsi dovevano essere proposti davanti alla giustizia endofederale, quindi inammissibile per avere sbagliato il giudice a cui andare». 

Secondo Frattini, i club che ambiscono al ripescaggio (Ternana, Pro Vercelli, Siena, Catania, Novara e Entella) «potranno - ha anticipato - se lo vorranno, ripartire davanti al Tribunale federale della Figc e proporre le stesse contestazioni».  

«Per me il comunicato 54 (sui criteri di ripescaggio pubblicato dalla Federcalcio il 30 maggio 2018, ndr) sarebbe rimasto in vigore», ha aggiunto Frattini. 

«La spaccatura nel Collegio ? Perché io non condivido la pronuncia di inammissibilità e ho il dovere di dirlo - ha sentenziato Frattini -. Su di me nessuna pressione, credo che il Collegio di Garanzia abbia ragionato su ipotesi molto diverse al suo interno e queste ipotesi molto diverse hanno portato a divergenze che nella storia del Collegio di Garanzia non c’erano mai state».  

Filippo Massara