Rassegna stampa - LA STAMPA: "Calcio, il Novara in emergenza con tre titolari squalificati per la gara della verità"

Con l’Entella venerdì sera Di Carlo sarà senza Moscati, Sciaudone e Golubovic, ricorso per ridurre lo stop di Macheda
15.05.2018 16:00 di Roberto Krengli Twitter:   articolo letto 46 volte
Fonte: lastampa.it
Gianluca Sansone
Gianluca Sansone

Sarà più dura senza l’uomo che in un modo o nell’altro è decisivo da inizio stagione e lo è stato anche nelle ultime tre partite: assist contro la Cremonese, gol al Pescara e al Perugia. Il Novara dovrà battere l’Entella senza Marco Moscati, l’acquisto più azzeccato della campagna estiva. Il centrocampista è uno dei tre assenti certi per squalifica nella gara da dentro o fuori di venerdì sera al Piola: gli altri saranno Petar Golubovic e Daniele Sciaudone, anche loro ammoniti in diffida nel turno di sabato, mentre per l’eventuale stop di Federico Macheda bisognerà attendere l’esito del ricorso che il club si aspetta di ricevere giovedì.  

L’attaccante ha scontato due delle quattro giornate imposte dal giudice sportivo dopo il rosso diretto di Cremona, ma il Novara si è opposto alla punizione presentando anche del materiale video per chiedere uno sconto. «Ci aspetta la gara che tutti vorrebbero giocare - ha garantito Marco Moscati -. Mi spiace un sacco non esserci e doverla seguire dalla tribuna, però cercherò di dare sostegno alla squadra. Ho dovuto spendere quel fallo da ammonizione perché il Perugia stava per ripartite in contropiede e quelle situazioni sono sempre complicate: poco prima, su una ripartenza del genere, i nostri avversari avevano colpito un palo».  

Le alternative  

A Domenico Di Carlo il compito di trovare le contromisure: Moscati è stato schierato in tutti i ruoli del centrocampo e nell’ultima uscita si è mosso da trequartista alle spalle della coppia Sansone-Puscas. Se il tecnico decidesse di riproporre il 3-4-1-2 o il 4-3-1-2 con l’Entella, in quella posizione potrebbe impiegare uno tra Di Mariano, Sansone e Chajia, ma il belga-marocchino non gioca proprio dall’andata con i liguri e solo a Perugia è stato per la prima volta in panchina con la speranza di entrare in campo dopo il lungo infortunio al menisco.  

A centrocampo rientrerà invece il capitano Federico Casarini, rimasto fuori sabato per una contusione al ginocchio. Ci sarà anche George Puscas, che a sua volta era a rischio squalifica: il rumeno ha fatto attenzione, evitando di beccarsi il cartellino che lo avrebbe reso indisponibile. La settimana di allenamenti è cominciata ieri, mentre il ritiro scatterà domani pomeriggio con la consapevolezza che ogni discorso resta aperto: con una vittoria gli azzurri potrebbero ancora sperare nella salvezza diretta, con un pareggio sarebbero di sicuro ai playout e con una sconfitta retrocessi in C.  

«Ma noi non dovremo guardare i risultati degli altri campi - raccomanda Moscati -. Il nostro unico pensiero saranno i 3 punti, per cui al limite potremo chiederci cosa avranno combinato le altre solo alla fine. A Perugia siamo riusciti a recuperare una sfida che si era messa male, tenendo botta e andando a un passo dal ribaltare il risultato nel secondo tempo quando ne avevamo di più. Purtroppo non siamo stati cinici a sufficienza, però ora non ci resta che guardare avanti». 

Filippo Massara