Rassegna stampa, I AM CALCIO: "Novara-Frosinone 2-1, gli azzurri vincono e convincono al Piola"

 di Roberto Krengli Twitter:   articolo letto 23 volte
Fonte: novara.iamcalcio.it
NOVARA - FROSINONE 2 - 1
NOVARA - FROSINONE   2 - 1

Il miglior Novara della stagione supera nel posticipo dell’ottava giornata il Frosinone con il punteggio di 2 a 1 e si porta a quota 10 lasciando l’ultimo posto in classifica maturato con i risultati di ieri e del pomeriggio; rimane in testa il Frosinone ma non attraversa un buon periodo visto il solo punto raccolto dalla formazione di Longo nelle ultime tre giornate. Vittoria meritata per il Novara che dopo un buon primo tempo passa in vantaggio ad inizio ripresa con Chajia, raddoppia grazie ad un autorete di Beghetto e controlla fino alla “papera” di Montipò su corner di Soddimo che mette un po’ di pepe nel finale ma non cambia il risultato.

Le formazioni

Corini e Longo schierano Novara e Frosinone con un identico 3-5-2, il tecnico azzurro deve rinunciare a Dickmann convocato in nazionale e a Maniero; Casarini recupera solo per la panchina, sacrificato Ronaldo il cui posto in mezzo al campo viene preso da Orlandi; la coppia d’attacco è Macheda-Sansone stante anche la squalifica di Da Cruz. Longo cambia un solo giocatore rispetto al posticipo contro la Cremonese inserendo a centrocampo Maiello per Soddimo con Gori spostato a interno destro e Sammarco a sinistra; assenti D.Ciofani, Citro, Paganini e Besea.

Supremazia territoriale

E’ un Novara diverso rispetto a quello delle ultime prestazioni, fin dalle prime battute più ordinato e volenteroso che va vicino al vantaggio con Mantovani all’8’, risponde Bardi che è attento anche tre minuti più tardi su Orlandi da fuori area; il Frosinone si vede pochissimo e in tutti i primi 45 minuti di gioco non va mai ad impensierire Montipò. Al 22’ Bardi rischia il pasticcio su Orlandi ma l’ex portiere azzurro para in 3 tempi; prima dell’intervallo da segnalare un sinistro alto di Ciano solo per dovere di cronaca.

Subito decisivo

Sansone non ce la fa e rimane negli spogliatoi, al suo posto Chajia che porta in vantaggio il Novara al 6’ su sponda di Macheda; nella circostanza è colpevole la difesa laziale che rimane ferma a guardare gli attaccanti azzurri. I padroni di casa arretrano il baricentro ma non arriva la reazione del Frosinone che subisce il 2 a 0 al 21’ con la sfortunata autorete di Beghetto che, su una punizone ottimamente battuta da Moscati, infila di testa nella propria porta. Longo passa al 4-3-3 e successivamente al 4-2-4 ma è Chajia con un sinistro a fil di palo a sfiorare il tris. Sembra finita ma un errore di Montipò su angolo di Soddimo riapre tutto a pochi minuti dal termine, il Novara trema ma il risultato non cambia e gli azzurri possono festeggiare la terza vittoria stagionale.

Marco Dho