Rassegna stampa, Corriere di Novara: "Il Novara Calcio dopo il pareggio aspetta Tesser"

 di Roberto Krengli Twitter:   articolo letto 18 volte
Fonte: corrieredinovara.com
Ghali e Dickmann
Ghali e Dickmann

Adesso sotto con Tesser. Dopo aver interrotto l’emorragia di sconfitte casalinghe, grazie all’1-1 contro l’Empoli, il Novara riceve venerdì prossimo 8 dicembre, alle 12.30, la Cremonese dell’indimenticato ex allenatore del doppio salto dalla Lega Pro alla serie A. 

Un sentitissimo tuffo nel passato. Assieme al tecnico di Montebelluna torneranno al “Piola” altri vecchi volti conosciuti dai tifosi: da Simone Pesce a Samir Ujkani, fino ad arrivare a Simone Salviato e ad Antonio Cinelli.

Ma non ci sarà troppo spazio per i sentimentalismi, da una parte e dall’altra. La squadra di Corini punta a ritrovare un successo casalingo dopo due mesi esatti di astinenza (l’ultimo risale all’8 ottobre, 2-1 al Frosinone). E per farlo dovrà interpretare il match con sacrificio e un pizzico di incoscienza, come solo in parte è accaduto sabato scorso con i toscani. Casarini e compagni hanno ridimensionato l’attacco atomico di Vivarini e, con un po’ di fortuna, avrebbero potuto anche trovare tre punti d’oro se Zajc non avesse trovato il pertugio giusto ad un quarto d’ora della conclusione. Obiettivamente, però, l’1-1 è stato il risultato più giusto per quello che si è visto in campo.

E ieri intanto è stata una domenica decisamente fuori programma per Lorenzo Dickmann, ospite in tv alla trasmissione di Raidue “Quelli che il calcio” con il suo idolo musicale, il rapper Ghali (nella foto). Tutto nasce dopo i gol segnati a Foggia e a Venezia dal terzino del Novara che nella sua esultanza scimmiotta il gesto del musicista italiano di origini tunisine. L’occasione del’incontro è capitata grazie ad un contatto avuto dall’ufficio stampa della società azzurra, che aveva già messo in rete su Instagram le immagini dei festeggiamenti del giocatore. E’ scattato l’invito ed entrambi si sono ritrovati insieme negli studi con i conduttori Luca e Paolo.