Serie B - Impegni casalinghi per le prime 3 della classe

 di Roberto Krengli Twitter:   articolo letto 23 volte
Fonte: legab.it
Serie B - Impegni casalinghi per le prime 3 della classe

Il 35° turno della Serie B ConTe.it si è aperto ieri con i due anticipi dei quali abbiamo parlato alle 9.30.

Oggi si disputano tutte le altre gare con l’Empoli impegnato nel testacoda con la Pro Vercelli mentre il Frosinone ospita lo Spezia. Gara casalinga anche per il Palermo contro la Cremonese in cerca di riscatto dopo un periodo di leggera flessione.

Bari e Perugia sperano in un passo falso ma sono chiamate a gare complicate rispettivamente a Pescara e in casa contro il Venezia.

Scontro salvezza per la salvezza a Chiavari dove la Virtus Entella riceve l’Avellino mentre la Ternana va a far visita al Novara.

Completano il quadro Brescia-Carpi e Salernitana-Cesena.

 

15 aprile ore 15

 

Brescia-Carpi (Stadio Rigamonti) – I tre risultati utili consecutivi hanno riportato il Brescia fuori dalla zona calda della classifica ma le rondinelle non vogliono fermarsi per evitare rischi. Per farlo servirà una grande prestazione contro un Carpi che, nonostante la sconfitta di Ascoli, vede a soli 2 punti l’ottavo posto in graduatoria.

Rondinelle che non hanno mai vinto su 3 precedenti tra le mura amiche: in bilancio 1 successo biancorosso e 2 pareggi, con biancorossi sempre in rete per 7 marcature totali.

Arbitro: Guccini.

Diffidati: Bisoli, Martinelli, Meccariello, Ndoj (Brescia); Mbakogu (Carpi).

Squalificati:

 

Empoli-Pro Vercelli (Stadio Castellani) – Al Castellani va in scena il testacoda tra Empoli e Pro Vercelli con i padroni di casa che cercano il 21° risultato utile consecutivo per continuare ad avvicinarsi alla promozione in A. Di contro però ci sarà la voglia di far punti dei piemontesi, costretti a non sbagliare nulla per evitare di perdere terreno dalla zona che vale la permanenza in cadetteria.

Empoli vittorioso nell’unico precedente al Castellani contro i piemontesi: 2-1, in serie B, in data 3 novembre 2012, con le reti di Tonelli (14’) e Maccarone (60’) con provvisorio pareggio di Scaglia (55’).

Arbitro: Pillitteri.

Diffidati: Pasqual, Veseli (Empoli); Bergamelli (Pro Vercelli).

Squalificati:

 

Frosinone-Spezia (Stadio Stirpe) – La sconfitta di Parma ha portato all’aggancio da parte del Palermo per il Frosinone che in questa giornata vuole sfruttare il turno casalingo per tornare a vincere sperando in un passo falso dei rosanero e delle inseguitrici. L’avversario di turno è quello Spezia che nello scorso turno ha bloccato la capolista Empoli e vuole continuare a sognare un posto tra le prime 8.

Liguri mai vittoriosi in terra ciociara nei 6 precedenti di campionato, di cui 4 in B e 2 in Lega Pro. L’unico successo ligure in match ufficiali a Frosinone risale alla stagione 2004/05, 1-0 in Coppa Italia di Lega Pro, finalissima di andata e coppa poi vinta dagli aquilotti grazie all’1-1 del ritorno al Picco. Lo Spezia non segna in terra ciociara da 245’, ossia dalla rete di Gagliardini al 55’ il 24 gennaio 2015, 1-1 in cadetteria, sommando poi i residui 35’ del match succitato, i 120’ della coppa Italia 2015/16 (0-0 all’over-time) e i 90’ della B dell’anno scorso (2-0 giallazzurro).

Arbitro: Minelli.

Diffidati: Brighenti, Ciano, Konè (Frosinone); Bolzoni, De Col, Giani, Granoche, Terzi (Spezia).

Squalificati:

 

Novara-Ternana Unicusano (Stadio Piola) –  Il netto successo sul Cittadella ha riportato morale in casa umbra, per questo motivo la Ternana Unicusano cerca una vittoria per continuare a sperare nella salvezza in casa di un Novara che è in serie positiva da 2 gare ma non è ancora fuori dalla zona calda.

Il Novara ha battuto 3 sole volte gli umbri al Piola su 10 precedenti assoluti: 3 pareggi e 4 vittorie rossoverdi completano il bilancio. L’ultimo successo azzurro in B contro gli umbri risale addirittura al 30 gennaio 1972, 3-1 con doppietta di Jacomuzzi (uno su rigore), Vivian (rigore) e rete della bandiera di Cucchi.

Arbitro: Rapuano.

Diffidati: Golubovic, Moscati (Novara); Favalli, Montalto, Valjent, Vitiello (Ternana Unicusano).

Squalificati:

 

Palermo-Cremonese (Stadio Barbera) – Dopo il pari contro il Pescara, il Palermo vuole tornare alla vittoria per tenere lontane le inseguitrici e provare ad allungare dal Frosinone. Di contro ci sarà una Cremonese che ha vinto solo una volta nel 2018 e vuole cancellare in fretta il pesante k.o. interno contro il Foggia.

Nei 12 precedenti in Sicilia, la squadra ospite ha vinto una sola volta: 1-0 in B, in data 22 novembre 1936, con rete determinante di Bertolo al 63’; il restante bilancio è composto da 3 pareggi ed 8 affermazioni rosanero.

Arbitro: La Penna.

Diffidati: Gnahorè, Jajalo, Nestorovski, Rispoli (Palermo); Garcia Tena (Cremonese).

Squalificati: Cavion (Cremonese).

 

Perugia-Venezia (Stadio Curi) – Sfida in chiave playoff tra Perugia e Venezia che si affrontano al Curi nella speranza di cancellare in fretta i rispettivi k.o. maturati nello scorso turno.

Nei 10 precedenti ufficiali in Umbria, i lagunari sono uscito imbattuti solo in occasione dell’ultima gara disputata, 0-0 in serie B, in data 29 novembre 2004. Nei 9 confronti disputati prima di allora, solo successi biancorossi. Il Venezia ha segnato 3 sole reti in questi 900’, di cui 2 nella prima gara assoluta giocata a Perugia, persa 2-4 nella serie B 1933/34, l’ultima firmata da Pippo Maniero al 10’ del 2-1 umbro in serie A, in data 23 ottobre 1999. Da allora si contano 260’ di astinenza arancioneroverde.

Arbitro: Martinelli.

Diffidati: Bandinelli, Colombatto (Perugia); Frey (Venezia).

Squalificati: Bianco (Perugia).

 

Pescara-Bari (Stadio Adriatico-Cornacchia) – Il pari di Palermo ha portato entusiasmo in casa Pescara ed ora Pillon cerca il primo successo sulla panchina abruzzese contro un Bari che viene dal pari interno contro la Salernitana che ha alimentato qualche rimpianto vista la poca distanza dei galletti dal 2° posto in classifica.

Un pareggio nelle ultime 6 sfide all’Adriatico Cornacchia, 0-0 in B il 20 marzo 2015; nel mezzo 2 successi biancazzurri e 3 pugliesi. Ma più in generale, su 20 gare disputate, 10 vittorie dei padroni di casa, 5 ospiti e 5 pareggi a completare il quadro con 27 reti siglate dai biancazzurri e 16 dai pugliesi.

Arbitro: Pinzani.

Diffidati: Bovo, Brugman, Coda, Machin (Pescara); Henderson, Improta, Petriccione (Bari).

Squalificati:

 

Salernitana-Cesena (Stadio Arechi) – Il successo sulla Virtus Entella ha riportato ossigeno al Cesena che però vuole confermarsi anche in trasferta contro una Salernitana che è a distanza di sicurezza dalla zona salvezza e cerca punti per provare a sognare i playoff.

A Salerno disco rosso per i romagnoli, mai vittoriosi nei 9 precedenti ufficiali, con 5 pareggi e 4 sconfitte in bilancio. Non solo: sono ben 18 le reti subite dai romagnoli in terra campana, 2 in media a match, con due clamorosi rovesci: 2-5 nella serie B 1994/95 e 1-6 nella serie B 2004/05.

Arbitro: Marinelli.

Diffidati: Kiyine, Odjer, Pucino (Salernitana).

Squalificati: Perticone, Suagher (Cesena).

 

Virtus Entella-Avellino (Stadio Comunale) – Chiude il quadro del 35° turno lo scontro salvezza di Chiavari tra Virtus Entella, desiderosa di cancellare in fretta il k.o. di Cesena, ed Avellino, tornato a vincere contro il Perugia nel giorno dell’esordio sulla panchina irpina di Foscarini.

Nelle 3 sfide in terra ligure tra le due, i biancoverdi non hanno mai vinto e neppure segnato: 0-0 nella B 2014/15, 4-0 il 14 nel 2015/16 (che – ancor oggi – rappresenta una delle 4 massime vittorie della Virtus in cadetteria, accanto a quella sull’Ascoli del gennaio 2016, sul Trapani nel febbraio 2016 e sul Brescia nell’ottobre 2016), e 2-0 nel 2016/17.

Arbitro: Abbattista.

Diffidati: De Luca, Gatto, La Mantia (Virtus Entella); Castaldo, Falasco, Laverone (Avellino).

Squalificati: