Rassegna stampa - LA STAMPA: "Rebus prestiti per il Novara: otto le situazioni ancora da definire"

03.06.2019 09:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: lastampa.it
Lorenzo Montipò
Lorenzo Montipò

Accordo alla mano, il Novara tifava Benevento. Con la promozione in Serie A dei giallorossi, il riscatto di Lorenzo Montipò sarebbe scattato in automatico. Oltre ai 400 mila euro versati dal club campano per il prestito annuale del portiere, nelle casse azzurre sarebbero finiti almeno altri 600 mila euro più i futuri premi di valorizzazione.

La sconfitta in semifinale playoff con il Cittadella cancella l’obbligo di riscatto. Questo non significa che il portiere tornerà a Novara. Resta infatti valido il diritto di riscatto da poter esercitare entro il 23 giugno a una cifra di poco inferiore a quella pattuita per l’obbligo. L’operazione complessiva sfiora il milione di euro e il fatto che la scorsa estate il Benevento abbia già investito sul portiere un importo considerevole fa pensare che il trasferimento diventerà definitivo.

Lo stesso Montipò ha espresso sui social un pensiero chiaro sul futuro, che vede ancora a Benevento:

«Mi spiace che non abbiamo ottenuto ciò in cui tutti ormai stavamo credendo, ma sono certo che abbiamo posto le basi per avere un gruppo solido pronto a combattere nella prossima stagione con ancora più grinta e consapevolezza. Per quel che mi riguarda ci rialzeremo e combatteremo ancora più forte». Parole che lasciano intendere una conferma di Montipò, peraltro appena convocato dal ct Luigi Di Biagio per il pre ritiro dell’Under 21 verso i prossimi Europei di categoria.

Tutti gli altri azzurri a fine prestito non hanno diritto di riscatto: sono Casarini, Maniero, Sciaudone, Collodel, Cattaneo, Peralta e Kanis.

Tra i primi tre, chi ha più convinto la società di destinazione temporanea è Sciaudone con il Cosenza. Promosso a pieni voti anche Collodel (Vibonese), bene Kanis (Cuneo) e Peralta (Olbia). Ha invece faticato Cattaneo (Gubbio). Tra gli impegni estivi del Novara ci sarà anche la definizione del futuro di questi giocatori.

Filippo Massara