Un mondo a rotelle (9^ puntata)

29.11.2017 08:30 di Francesco Rametta   Vedi letture
Fonte: comunicato della Società
Un mondo a rotelle   (9^ puntata)

La scorsa puntata avevamo parlato dei salti. Capire bene di cosa si tratti è sicuramente difficile, soprattutto se non si sa cosa sono i fili. Allora parliamone.

I fili ci sono sia nel pattinaggio sul ghiaccio sia nel pattinaggio a rotelle. Nel ghiaccio la lama di un pattino non è affilata come quella di un coltello, il suo spessore si aggira sul paio di millimetri. I fili sono sostanzialmente i due lati lunghi della lama. Nelle rotelle i fili saranno le due rotelle lato destro e le due rotelle lato sinistro. In particolare il filo sarà interno quando si parla del lato delle rotelle che va dall’alluce al tallone, di filo esterno quando si parla di quel lato che va dal quinto dito al tallone. In pratica i due fili interni di piede destro e piede sinistro sono quelli vicini fra loro, i fili esterni sono quelli lontani. Il filo è avanti se il pattinatore sta andando in avanti e indietro se il pattinatore sta andando in avanti, indietro se sta pattinando all’indietro, di filo sinistro se sta pattinando sul piede sinistro e di filo destro se sta pattinando sul piede destro.

Naturalmente per chi guarda senza essere un esperto, capire il filo corretto è pressochè impossibile. E’ una questione di esperti e di giurie, che invece guarderanno il filo per dare il punteggio corretto alle difficoltà.

Perchè vi ho parlato di questo ? Perchè questa faccenda dei fili che a voi sembra una spiegazione teorica o una cosa solo per pattinatori esperti è invece un esercizio che già i bambini piccoli devono comprendere. Inizialmente lo capiranno in modo istintivo certo, ma per fare anche gli esercizi più semplici dovranno imparare spostare i fili da interno ad esterno e viceversa, indietro e avanti ecc. Il pattinaggio è uno sport speciale che può dare ai bambini una consapevolezza del proprio corpo e dei suoi movimenti enorme e da subito.

Veniamo ora alla rubrica eventi.

Questo fine settimana ha visto gli atleti dell’agonismo impegnati nel Trofeo delle Province disputato a Vercelli e che ha visto in gara diverse province del Piemonte: Asti, Alessandria, Torino, Vercelli, oltre a Novara, naturalmente. Grande successo per Novara che si è aggiudicata il prestigioso trofeo per il secondo anno di fila, grazie ai successi e alla collaborazione delle tre società novaresi: Polisportiva San Giacomo, Gioca pattinaggio ed Accademia. Ottimi risultati per tutte le atlete scese in pista, che hanno mantenuto alto il livello agonistico. In particolare per la San Giacomo sono scese in pista, al mattino, per la sezione promozionale, la piccola Margherita Moia che ha attenuto l’oro e Lisa Maffioli, nona, nonostante la sua bella prestazione. Al pomeriggio oro per Celia Rametta e argento per Greta Gambaro. Quarto posto per Ilaria Aulicino. Le atlete hanno dato tutte ottima prova delle loro capacità e preparazione nonostante la stagione appena iniziata. Questa era l’ultima gara della stagione agonistica del 2017. La stagione è stata davvero eccezionale per gli atleti della San Giacomo e si è chiusa sicuramente in bellezza.

Ora ci attende la festa di Natale e grandi sorprese per il prossimo anno.

Stay tuned. Stay San Giacomo.

 

Ufficio stampa sangiacomo settore pattinaggio artistico