Top & Flop di Novara-Como

11.11.2019 19:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: tuttoc.com
Top & Flop di Novara-Como

Si è conclusa la gara fra Novara e Como, giocata allo stadio "Silvio Piola" valida per la 14^ giornata del girone A di serie C: 2-1 il punteggio a favore dei padroni di casa. 

I piemontesi tornano alla vittoria dopo tre turni facendo un importante passo in avanti in classifica, raggiungendo al sesto posto la Robur Siena, i lariani escono momentaneamente dalla zona playoff in una graduatoria comunque molto compatta e corta. Non è stata una bella partita, caratterizzata da un equilibrio in mezzo al campo, caratterizzata da tatticismi che di fatto bloccava la contesa con il risultato di azzerare o quasi le emozioni.

Simone Banchieri si affida ad un 4-3-3 che in alcuni frangenti si trasformava in una sorta di "Albero di Natale", sull'altro fronte Davide Banchini metteva i suoi con il consueto 3-5-2.

I lariani si fanno apprezzare per un impatto positivo sul confronto: si registrano due conclusioni dalla lunga distanza di Bellemo e H'Maidat con palla a lato, i piemontesi prendono le misure anche se non riescono a rendersi pericolosi. Attornio alla mezz'ora si sblocca la gara: Mischia in area ospite, Nardi viene strattonato da Nalini inducendo l'arbitro alla concessione del calcio di rigore. Dagli undici metri Bortolussi spiazza Facchin per il vantaggio azzurro. Prova a reagire il Como, proiezione offensiva di Ganz a cercare Gabbrielloni in area: il suo destro viene neutralizzato da Marchegiani.

La ripresa vede gli ospiti provare a cambiare l'andamento del confronto, Banchieri opta per quattro cambi: al 25' Miracoli devia sul fondo un cross di Raggio Garibaldi. A stretto giro di posta arriva il raddoppio di Bortolussi su assist in profondità di Schiavi, entra in area, lob chirurgico di destro con palla che scavalca Facchin. Gli ospiti si gettano in avanti, e reclamano un penalty per un contatto fra Miracoli e Schiavi, rigore che viene fischiato al tramonto del recupero ai lariani per un fallo di mano commesso da Collodel. Ganz dagli undici metri spiazza Marchegiani siglando una rete più utile alle statistiche che ad altro.

TOP

Bortolussi (Novara): mostra il cinismo e la concretezza del grande attaccante, realizza il rigore del vantaggio palesando una freddezza olimpica spiazzando il portiere avversario, nella ripresa sfrutta come meglio non potrebbe il suggerimento in profondità di Schiavi, firmando una doppietta d'autore mettendo in mostra le proprie qualità tecniche. RE MIDA

Bellemo (Como): tocca molti palloni nella zona nevralgica del campo dettando i tempi della manovra dei lariani, cuce il gioco verso i compagni con costanza, e grande pazienza. Ci crede fino all'ultimo gestendo le operazioni in mezzo al campo lottando con grande determinazione e volontà, purtroppo per lui non sempre i compagni fanno altrettanto. ORDINATO

FLOP

Peralta (Novara): vince il ballottaggio con Capanni, fatica ad entrare in una partita molto difficile caratterizzata da molti errori e da un tatticismo esasperato, i ritmi bassi non lo favoriscono, non riesce a saltare i diretti avversari, ed essere determinante nei sedici metri avversari. FUMOSO

Solini (Como): non appariscente il suo fallo da rigore su Nardi, ma la sua strattonata c'è ed era evitabile anche perchè nella mischia che si era creata il numero 7 dei piemontesi difficilmente poteva costruire pericoli, l'istinto lo ha penalizzato. Viene sostituito nella ripresa per dare maggior peso all'attacco alla ricerca del pareggio. INGENUO

Stefano Scarpetti

-