FOCUS TMW - Serie C, la Top 11 del girone A: Guidone, gol al fotofinish

Modulo 4-3-3
18.10.2019 18:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: tuttomercatoweb.com
Ivan Javorcic
Ivan Javorcic

Continua la marcia trionfale del Monza, conferma del fatto che lo scivolone interno col Siena era stato solo un fisiologico incidente di percorso.

Nessuna goleada, anzi è servito un guizzo di Lepore per piegare la resistenza di un Albinoleffe ora costretto a guardarsi seriamente alle spalle.

Il Renate tiene botta e approfitta del pareggio interno dell’Alessandria, prova a risalire la Carrarese in una giornata da 5 in pagella per Tavano, ma che ha rilanciato ad alti livelli il difensore Murolo e il solito determinante Infantino.

Acque agitatissime a Lecco dopo il ko casalingo con la Pianese, 1-1 nel derby toscano tra Siena e Arezzo deciso da un colpo di testa di Guidone al 96’.

Nel posticipo del Monday night il Pontedera batte 2-1 la Pistoiese nel derby.

Di seguito la Top 11 di TuttoMercatoWeb dopo la nona giornata di campionato nel girone A.

Portiere

Alberto Savini (Albinoleffe):
 solo una punizione magistrale lo manda ko, eppure è stato per distacco il migliore in campo della sua squadra. Si esalta su D’Errico, Chiricò e Finotto, da applausi un doppio intervento d’istinto allo scadere del primo tempo.

Difensori

Franco Lepore (Monza):
 ci voleva una magia per abbattere il muro della difesa lombarda, il guizzo non poteva che essere di un calciatore ormai determinante e capace di togliere la ragnatela dall’incrocio con una punizione di altissimo livello.

Michele Murolo (Carrarese): ci mette qualche minuto per trovare le misure a Malcore, attaccante sempre temibile in questa categoria. Con il trascorrere del tempo gli mette il bavaglio e lo anticipa con apparente facilità. Secondo tempo sontuoso, il migliore da quando indossa questa maglia.

Dario Toninelli (Como): una grande prova difensiva culminata con almeno due salvataggi determinanti nei pressi della linea della porta. Sempre attento, preferisce giocare d’anticipo e non sbaglia nessun intervento.

Nicola Madonna (Giana Erminio): una giornata storica, il successo sul Novara restituisce serenità allo spogliatoio e all’ambiente. La miglior performance stagionale, fin quando resta in campo è l’uomo ovunque che recupera una infinità di palloni.

Centrocampisti

Davide Guglielmotti (Renate):
 apre le danze con il classico “tuffo a volo d’angelo” con il quale pesca l’angolino, trova la doppietta al 25’ con un destro potentissimo che non lascia scampo a Tintori. Ottima l’intesa con Anghileri.

Silvano Raggio Garibaldi (Como): anche per lui un pomeriggio positivo. Si deve correre tanto contro le mezz’ali dell’Alessandria, non si tira indietro e crea superiorità numerica ogni volta che attacca verticalmente e può puntare la porta. Solo un pizzico di imprecisione gli nega la gioia del gol.

Giorgio Spizzichino (Pro Patria): infligge la sesta sconfitta stagionale all’Olbia gonfiando la rete con una traiettoria che lascia in eredità un’inevitabile domanda: aveva tirato o crossato ?

Attaccanti

Marco Guidone (Siena):
 entra di diritto nella storia dell’attesissimo derby tra bianconeri e amaranto. Quando l’arbitro stava per fischiare la fine della contesa ecco il colpo di testa perfetto che si insacca alle spalle del portiere ospite. Ottimo anche l’assist di D’Auria.

Saveriano Infantino (Carrarese): due tiri, due gol. Il Re Mida della Carrarese che sta segnando in tutti i modi: di destro, di sinistro, di testa, dalla distanza. Troppo forte per la giovane e inesperta difesa della Pergolettese.

Damiano Rinaldini (Pianese): assoluto protagonista del colpaccio in Lombardia, una doppietta in appena 26 minuti facilitata dagli errori clamorosi della difesa del Lecco. Imprendibile in area di rigore.

Allenatore

Ivan Javorcic (Pro Patria):
 la sua squadra vince ancora e lo fa al termine di una partita ben giocata e contraddistinta da tanta intelligenza tattica. La classifica lo premia, la squadra lo segue con entusiasmo.

Luca Esposito 

-