Sannino: “Chiudere matematicamente il discorso playoff”

13.04.2019 18:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: tuttoc.com

Ieri vigilia di derby con l’Alessandria per il Novara, che questa sera riceverà al Piola proprio i grigi.

Il tecnico degli azzurri Giuseppe Sannino, nella conferenza stampa di presentazione ha però sottolineato anche altri aspetti.

“Dobbiamo cercare di fare punti e dobbiamo chiudere matematicamente il discorso playoff. Non c’è bisogno di spingere questa partita, è un derby e sappiamo che è importantissima per noi e poi affrontare le restanti tre partite in un certo modo. Se saremo bravi domani restano tre settimane alla partenza dei playoff e non ci sarà più molto tempo per lavorare in un certo modo. Questo ci permetterebbe di sfruttare la possibilità di mettere benzina per essere brillanti agli spareggi. La vittoria di Lucca? La cosa positiva è aver saputo soffrire, di nuovo, in 10 contro 11. Da quando sono qui ho cercato di inculcare almeno una cosa, bisogna essere autocritici e sapere come bisogna pensare dopo una partita per poi potersi allenare in  modo costruttivo. La gara era difficile, al di là della loro situazione, contro una squadra importante e su un terreno di gioco difficile”.

- In questa stagione troppe volte il Novara ha chiuso gare in inferiorità numerica.

“Nel breve percorso che ho fatto finora a Novara, Tartaglia è stato espulso nella mia partita per una bambinata. Rigione ci ha lasciato in 10 in una gara importantissima, ma ci sono delle letture di tipo caratteriale, la sua voglia di contribuire a questa squadra. La reazione che ha avuto nello spogliatoio ha fatto capire quanto lui ci tenga. Assenze in difesa ? Siamo allo stesso punto di prima. Escono in due (Cinaglia e Rigione sono squalificati, n.d.r.) ed entrano in due, Visconti ci sarà”.

- Parlare di derby, nonostante tutto, ha ancora senso.

“Per me sono tutti derby, tra l'altro io ho un ricordo incredibile del Moccagatta, ero squalificato e c’era una sfilza di poliziotti a proteggermi…  è vero che il vero derby per il Novara è quello con la Pro Vercelli, ma l’Alessandria è comunque in Piemonte e poi la storia racconta del ‘Quadrilatero’. Anche se io sono di un calcio un po’ antico, ormai il calcio è globale ma il senso di appartenenza è un valore. Giocheremo contro una squadra arrabbiata, che anch’essa ha cambiato allenatore ed ho letto che verrà qui con grandi velleità. Noi la considereremo come una partita dei playoff, cioè da vincere”.

Fabrizio Pozzi