INTERVISTA TC - Paparusso: "Pro Pc mi disse di andarmene. Voglio la C"

27.06.2019 15:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: tuttoc.com
Daniele Paparusso
Daniele Paparusso

Daniele Paparusso, terzino classe '93 con un lustro già passato in Serie C, dopo un'annata tra i dilettanti potrebbe tornare in Lega Pro. 

TuttoC.com lo ha intervistato in esclusiva.

- A inizio anno alla Pro Piacenza. 

"Con i rossoneri mi sono allenato luglio e agosto, poi sul gong del calciomercato è arrivato lo svincolo. Non l'avrei voluto ma, dopo l'allenamento del diesse Morrone e l'arrivo di tanti nuovi giocatori, a fine agosto mi dissero che non rientravo più nei loro piani. Chiesi loro di trovarmi una sistemazione visto che ero sotto contratto e mi risposero che avrei anche potuto fare tutto l'anno da fuori rosa. Per fortuna, visto quanto successo poco dopo, riuscimmo a trovare un accordo per la rescissione".

- Poi il passaggio in D.

"Pensavo di trovare una sistemazione in Lega Pro ma con lo slittamento dei calendari le squadre non giocavano e, di conseguenza, non andavano sul mercato non sapendo cosa avrebbero dovuto correggere. La Fidelis Andria mi cercava da tempo e alla fine ho deciso di accettare a ottobre inoltrato. Sono sceso in D, ci avevo giocato solo a 17 anni. Però parliamo di una piazza importante e con un grande gruppo siamo arrivati a un passo dai playoff, partendo con l'obiettivo salvezza".

- E adesso ?

"Sto cercando un progetto di Serie C essendo comunque la mia categoria d'appartenenza. Inoltre, non essendoci più le liste over obbligatorie, spero di trovare la destinazione giusta. Ho parlato con diverse società ma tutte stanno ancora aspettando, prima dovevano pensare tutte all'iscrizione. Di concreto, insomma, ancora non c'è niente. Anche se potrei firmare con un club che probabilmente verrà ripescata. Di sicuro valuterò tutto con calma, soprattutto perché dopo quanto successo col Pro Piacenza non sceglierò più d'impulso e velocemente".

- Come vedi la prossima stagione in C ?

"Ci saranno tante squadre importanti, soprattutto al Sud. Spiace non vedere Foggia e Palermo nel Girone C, credo che con la loro esclusione il Bari potrà permettersi di fare un campionato a parte, anche se Catania e Catanzaro ci proveranno fino alla fine. Ma sono molto interessanti anche gli altri gironi, con club come Novara e Monza. Di sicuro il livello sarà più alto perché la Lega Pro ha deciso di migliorare la qualità del proprio calcio con la fine delle regole sugli under. Mentre in Serie D continuerà a esserci l'obbligatorietà. Bisogna dare il giusto merito a chi merita, non sfruttare i ragazzini: voglio vedere quanti classe '98 troveranno spazio adesso che non sono più under".

Sebastian Donzella