INTERVISTA TC - Ds Novara: "A Lecco gara pesantemente condizionata"

21.01.2020 18:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: tuttoc.com
Orlando Urbano
Orlando Urbano

Il Novara esce sconfitto dalla trasferta di Lecco in un match condizionato dal blackout che ha lasciato al buio lo stadio 'Rigamonti-Ceppi' per quasi mezz'ora.

Il direttore sportivo dei piemontesi, Orlando Urbano, ha parlato ai microfoni di TuttoC.com per commentare l'episodio e fare il punto sul mercato.

- Che partita è stata ieri a Lecco ?

"La partita è stata, dal punto di vista del Novara, per niente gagliarda. Ho visto un Lecco più proposito e voglioso di vincere la gara e questo mi ha infastidito. Poi c'è stato anche il blackout dei fari che ha condizionato in maniera pesante l'andamento della gara".

- Il blackout ha inciso sulla prestazione della squadra ?

"Sicuramente si è persa la concentrazione perché c'è stata una sorta di diatriba con l'arbitro visto che nella nostra metà campo c'era poca visibilità. La partita non era da riprendere perché a 6' dal 45' il regolamento parla chiaro e se non c'è visibilità la partita viene persa a tavolino. Questo non deve comunque rappresentare un alibi perché dopo l'interruzione il Lecco è sceso in campo con maggiore determinazione di noi".

- Come si riparte in vista della prossima gara di campionato ?

"Da questa sconfitta bisogna imparare tanto, nello spogliatoi ci siamo detti che dobbiamo essere più affamati e con la Juventus U23 la prerogativa deve essere questa, ovvero voglia di vincere e di lottare. Non dobbiamo ripartire dalla gara di Lecco bensì da quella col Monza, dove abbiamo disputato una prova importante".

- Come vi muoverete sul mercato in questi giorni ?

"Sul mercato non si molla un centimetro, il telefono scotta e sicuramente oggi ufficializzamo Cisco, 98' di proprietà del Sassuolo. L'operazione è stata molto complessa e siamo soddisfatti perché siamo riusciti a sbloccarla. Adesso ci focalizzeremo sulle uscite, alcuni ragazzi andranno via perché hanno necessità di trovare più spazio e ci hanno chiesto la cessione, come Tartaglia, Fonseca e forse qualcuno nel reparto offensivo più alcuni giovani come Zullo e Paroutis che potrebbero andare a farsi le ossa in prestito per poi tornare a Novara". 

Raffaella Bon

-