In ricordo di Alberto Delfrati

Nel 2015 Tuttonovara ricorda, nel giorno anniversario della loro nascita, tutti i calciatori, gli allenatori, i dirigenti e i membri degli staff del Novara Calcio che ora sono nell'Azzurro del cielo
06.06.2015 12:30 di Roberto Krengli Twitter:   articolo letto 629 volte
Fonte: it.wikipedia.org
Alberto Delfrati
Alberto Delfrati

Il 6 giugno 1924 nacque a Codogno, in provincia di Lodi, Alberto Delfrati, che morì a Napoli il 23 ottobre 1990, all'età di 69 anni.

Delfrati giocò come difensore dal 1946 al 1960. Divenne poi allenatore di calcio.

Tuttonovara gli rivolge un caro ricordo.

 

Carriera

Giocatore

Alberto Delfrati, dopo gli inizi giovanili nell'hinterland milanese, nel dopoguerra emigrò al Cosenza dove giocò 64 gare come terzino titolare in Serie B.

Le sue qualità furono notate dal presidente del Napoli Achille Lauro che lo acquistò nel 1949, per farlo esordire fra i partenopei nel trionfale torneo che sancì il ritorno degli azzurri nella massima serie. L'esordio in Serie A per Delfrati avvenne nel 1950 e con il Napoli restò altri 4 campionati, fino al 1954. Nel Napoli giocò complessivamente 127 partite.

Ritenuto ormai agli sgoccioli, venne ceduto in prestito in Serie B al Pavia, dove disputò un campionato da titolare (33 gare).

L'anno successivo, nel 1955, Paolo Mazza lo acquistò dal Napoli e nella SPAL formò con l'ungherese Jenő Vinyei (anch'egli ex napoletano) la coppia di terzini titolari, fino al 1958 per 73 incontri.

Terminata l'avventura spallina, tornò fra i cadetti con il Vigevano dove chiuse nel 1960 la sua carriera giocando in Serie C (67 gare).

Delfrati giocò complessivamente 165 partite in Serie A.

 

Allenatore

Terminata la carriera da calciatore, intraprese quella di allenatore guidando diverse squadre di Serie C e D, tra cui l'Arona e il Novara nel 1964-65, col quale si classificò 6º nel girone A della Serie C; nel 1967 diventò allenatore in seconda della Lazio, nonché tecnico della formazione De Martino, e nel 1971 allenò per un breve periodo la Casertana in Serie B.

Successivamente entrò stabilmente nello staff tecnico del Napoli di cui diventò l'allenatore in Serie A nel 1976 quando sostituì Luis Vinicio, in coppia con Rosario Rivellino, conducendo la squadra partenopea alla vittoria della seconda Coppa Italia della sua storia.

Dal 1976 al 1978 tornò alla Lazio, come allenatore in seconda di Luis Vinicio, e dal 1980 al 1982 fu viceallenatore del Napoli.

Poi, al seguito di Rino Marchesi, diventò anche allenatore in seconda dell'Inter nella stagione 1982-83, riapprodando quindi al Napoli nella stagione successiva ed assistendo nel 1985 all'arrivo di Diego Armando Maradona nella società partenopea.

 

Ecco in sintesi la carriera di Alberto Delfrati. Nell'ordine sono indicate la/e stagione/i, la squadra di club (con → sono segnati i prestiti), il numero di presenze in campionato e, tra parentesi, il numero di gol segnati:

Giocatore

Squadre di club

1946-49 - Cosenza - 64+ (?)
1949-54 - Napoli - 127 (0)
1954-55 → Pavia - 33 (0)
1955-58 - SPAL - 73 (0)
1958-60 - Vigevano - 67 (?)

Allenatore

??? - ??? - Arona
1963-65 - Novara
1967-69 - Lazio - Vice
1967-69 - Lazio - Giovanili
1971 - Casertana
1971-76 - Napoli - Vice
1976 - Napoli
1976-78 - Lazio - Vice
1980-82 - Napoli - Vice
1982-83 - Inter - Vice
1983-85 - Napoli - Vice

 

Palmarès

Giocatore

Campionato italiano di Serie B: 1   (Napoli: 1949-50)

Allenatore

Competizioni nazionali

Coppa Italia: 1   (Napoli: 1975-76)

Altre competizioni

Campionato De Martino: 1   (Lazio: 1967-68)