Volleymercato femminile - Freya Aelbrecht e Carlotta Cambi

Freya Aelbrecht e Carlotta Cambia Pesaro
 di Roberto Krengli Twitter:   articolo letto 23 volte
Fonte: dallarivolley.com
Volleymercato femminile - Freya Aelbrecht e Carlotta Cambi

1.

Non si ferma il mercato in entrata del Volley Pesaro. E così un’altra nazionale belga si va ad aggiungere a Lise Van Hecke. Si tratta della centrale Freya Aelbrecht, classe ’90, 189 cm. di altezza, proveniente dalla Saugella Monza.
Freya è alla quarta stagione in Italia e, dopo aver indossato le maglie di Busto Arsizio, Bergamo e Monza, appunto, arriva alla corte di Matteo Bertini.

“Mi piacciono le sfide ed è per questo che ho scelto di venire a giocare a Pesaro – sono le prime parole in rossoblù di Freya – E poi ritroverò la mia cara amica, nonchè compagna di Nazionale, Lise Van Hecke. Pesaro è una piazza importante e anche se è una neopromossa ha alle spalle un blasone e una storia che vanno rinverdite: sono onorata di indossare questa maglia e non vedo l’ora di iniziare la nuova avventura”.

“Non scopro certo io le qualità della Aelbrecht – presenta così la belga l’allenatore Bertiniè una centrale di livello internazionale, molto duttile, che permetterà alla squadra di avere molte soluzioni d’attacco”. 

 

2.

Sarà Carlotta Cambi la nuova regista del Volley Pesaro 2017/2018. Ventunenne, toscana, fresca di scudetto con la maglia di Novara, Carlotta si appresta a disputare la prima stagione da protagonista dopo le ultime due brillanti annate con Casalmaggiore e Novara dove, seppur partita tra le seconde linee, ha trionfato in Champions e campionato.

“Sono felice di questa grande opportunità che mi dà Pesaro – queste le sue prime parole – perché non tutte le Società sono disposte a scommettere su una giovane in un ruolo delicato come quello del palleggiatore.
So di arrivare in una piazza importante e sono molto emozionata: non vedo l’ora di cominciare per prendere confidenza con l’ambiente. Di Pesaro, in giro, si dice un gran bene.
La vittoria dello scudetto mi ha dato grande sicurezza perché, nella passata stagione, ho giocato molto. Adesso, però, partirò con più responsabilità e dovrò dimostrare continuità nell’arco dell’intero campionato ma non sono spaventata. Delle nuove compagne conosco Olivotto, grande atleta e ottima ragazza: abbiamo condiviso a Casalmaggiore la trionfale stagione della Champions”.

“E’ una palleggiatrice di prospettiva con qualità tecniche e caratteriali importanti – questo il commento tecnico di coach BertiniLo ha dimostrato nella stagione appena conclusa con la maglia di Novara dove il suo apporto è stato decisivo per la vittoria dello scudetto”.