Volley femminile, Serie A1 2017-2018 – Nona giornata, le migliori italiane: impresa Ortolani, Mingardi-Degradi show, Diouf presente

 di Roberto Krengli Twitter:   articolo letto 9 volte
Fonte: oasport.it
Serena Ortolani
Serena Ortolani

Nel weekend si è disputata la nona giornata della Serie A1 2017-2018 di volley femminile.

Di seguito le italiane che si sono messe maggiormente in luce nel fine settimana.

SERENA ORTOLANI. La Regina del weekend, il volto simbolo dell’impresa di Monza che batte Novara al tie-break infliggendo la prima sconfitta stagionale alle Campionesse d’Italia. Sotto 1-2 e 13-16, le brianzole non demordono e vengono prese per mano dall’opposto che gioca una delle partite più belle della stagione: 28 punti (44% in attacco) e duello vinto con Paola Egonu dall’alto della sua esperienza.

CAMILLA MINGARDI e ALICE DEGRADI. Legnano riscrive la storia, sconfigge Casalmaggiore nel derby e respira in ottica salvezza. Partita tutto cuore per le lombarde, show dell’opposto autrice di 26 punti (4 muri, 2 aces), benissimo il martello che mette a segno 19 punti con il 42% in attacco e ricevendo con il 58%. Stupenda rimonta da 1-2 e grandissimo tie-break giocato di fronte al proprio pubblico.

VALENTINA DIOUF e ALESSIA ORRO. Busto Arsizio continua a sognare, sale al terzo posto in classifica ed è a soli tre punti dalla capolista. Le Farfalle volano e battono Pesaro grazie alla loro fenomenale diagonale: bravissima la palleggiatrice, tutto facile per l’opposto che chiude con 16 punti all’attivo.

OFELIA MALINOV. Bergamo torna alla vittoria e si impone nello scontro salvezza con Filottrano anche grazie alla regia di Lia, brava a riprendere per mano la Foppapedretti. Intesa perfetta con la scatenata Roslandy Acosta, feeling di qualità anche con Malagurski e Popovic.

ANNA NICOLETTI. Conegliano conquista la vetta solitaria grazie al successo su Scandicci nello scontro diretto, Hill e Bricio sono le artefici principali della vittoria ma un plauso va anche alla giovane opposto autrice di 14 punti preziosi e sempre presente nelle dinamiche di gioco.

MARTA BECHIS. Firenze espugna il PalaPanini di Modena e ottiene una vittoria fondamentale in ottica salvezza. Bravissima la 28enne palleggiatrice che riesce a far scatenare tutte le compagne: Sorokaite, Alberti, Santana, Tapp, Tirozzi vanno in doppia cifra.

Stefano Villa