Volley femminile, Nazionale - Nations League 2018: Italia pronta all’esordio ricca di novità per le sfide a USA, Turchia e Polonia

15.05.2018 18:00 di Roberto Krengli Twitter:   articolo letto 39 volte
Fonte: oasport.it
Le Azzurre
Le Azzurre

L’Italia è pronta per fare il proprio esordio nella Nations League 2018 di volley femminile, la nuova competizione internazionale che prende il posto del Grand Prix. La nostra Nazionale giocherà le prime tre partite a Lincoln (USA) dal 15 al 17 maggio: il nuovo format prevede infatti che le donne scendano in campo nel pieno della settimana e le azzurre aspettano di affrontare Turchia, Polonia e USA proprio in questo ordine.

Davide Mazzanti ha scelto una rosa giovane per questa prima uscita stagionale.

Non si poteva chiedere alle giocatrici di Novara e Conegliano, protagoniste della Finale Scudetto e della Final Four di Champions League, di essere subito al top in azzurro. Negli States non vedremo dunque all’opera l’opposto titolare Paola Egonu, la capitana Cristina Chirichella che affiancata da Anna Danesi rappresenterà il nostro fulcro al centro, l’irrinunciabile libero Monica De Gennaro. Mancheranno però anche le sorelle Bosetti (Lucia tornerà protagonista nelle prossime tappe, Caterina è infortunata) e Raphaela Folie (out per infortunio)

Il nostro CT ha dovuto ridisegnare il sestetto puntando su alcune giovani e su una rosa abbondantemente rivista come traspare dalla lista delle 14 convocate per la prima tappa.

La certezza è il ritorno di Ofelia Malinov in regia, pronta a incantare al rientro in azzurro dopo l’infortunio dello scorso anno che la costrinse a rinunciare agli Europei. In diagonale con lei giocherà Serena Ortolani, moglie di Mazzanti e grande veterana che ha disputato un’ottima stagione a Monza, pronta a dare il suo contributo anche in Nazionale. Il nostro CT è pronto a lanciare nella mischia due giovani assolutamente promettenti e di altissimo livello, protagoniste con il Club Italia e vincitrice del Mondiale juniores: Elena Pietrini di banda e Marina Lubian al centro, già stupende nelle amichevoli con il Giappone e capaci di garantire ottimi attacchi, muri e sostanza al servizio. Saranno già pronte per il salto di qualità ? Di banda riavremo anche la grinta di Miriam Sylla che rientra dopo la forzata assenza agli Europei (assente Lucia Bosetti), al centro c’è spazio per la scommessa Rossella Olivotto, Beatrice Parrocchiale il libero.

Una giovane Italia che proverà a ottenere il massimo da questo appuntamento oltreoceano che si preannuncia davvero molto difficile.

L’esordio contro la Turchia di Giovanni Guidetti va preso con le pinze. Le anatoliche, terze agli ultimi Europei, sconteranno delle assenze importanti: Erdem e compagne non sono in formazione tipo, manca il nucleo forte che ha fatto la differenza nelle ultime stagioni e questo sicuramente si farà sentire. Anche la Polonia farà a meno delle palleggiatrici Joanna Wolosz e Katarzyna Skorupa protagoniste nel nostro campionato, la formazione non è delle più quotate ma la compattezza di squadra è sempre importante: attenzione ai due metri di Polanska, alla capitana Kakolewska e a Witkowska. 

Gli USA Campioni del Mondo ripartiranno alla grande di fronte al proprio pubblico con “tante italiane” in rosa: ampia scelta di banda con Hill, Robinson, la capitana Larson e Bartsch a disposizione mentre al centro dovrebbero giocare la stella Akinradewo e Gibbemeyer, senza dimenticarsi di Adams, con Drews opposto in diagonale con Lloyd.

Stefano Villa