Volley femminile, Nazionale - Nations League 2018: Italia, corsa su Turchia e Olanda per la Final Six

Missione complicata: tutte le combinazioni e la classifica
11.06.2018 14:00 di Roberto Krengli Twitter:   articolo letto 25 volte
Fonte: oasport.it
Le Azzurre
Le Azzurre

L’Italia è ancora in corsa per la qualificazione alla Final Six della Nations League 2018 di volley femminile ma la situazione è davvero critica alla vigilia dell’ultima tappa della fase preliminare. Agli atti conclusivi della neonata competizione internazionale si qualificano le prime cinque della classifica generale più la Cina, già ammessa in qualità di Paese organizzatore. Le azzurre ora occupano il sesto posto con 7 vittorie e 21 punti all’attivo. USA (11 successi e 34 punti, le Campionesse del Mondo sono già qualificate matematicamente) e Brasile (10, 28) sono inarrivabili dunque dobbiamo fare la corsa sulle altre tre squadre che attualmente ci precedono sperando di superarne almeno una: Serbia (9, 28), Turchia (9, 28), Olanda (9, 26).

La situazione è molto complicata per le ragazze di Davide Mazzanti che sono costrette a vincere tutte le tre partite rimanenti e a sperare in un passo falso delle altre contendenti: può succedere di tutto e il discorso rimane ancora matematicamente aperto, Cristina Chirichella e compagne devono crederci anche se le possibilità di proseguire l’avventura sono molto ridotte. A tagliare le gambe alla nostra Nazionale è stato il successo in rimonta delle oranjes sulle slave nella rivincita della Finale degli ultimi Europei.

Vediamo quali saranno le avversarie delle quattro formazioni la prossima settimana (12-14 giugno). Ricordiamo che a definire la classifica è il numero di vittorie, in caso di parità conteranno i punti, poi eventualmente quoziente set e quoziente punti.

ITALIA. Giocheremo al PalaSele di Eboli (Salerno) già sold-out per tutte le partite: 7000 spettatori cercheranno di spingere le ragazze verso l’impresa. Prima le abbordabili sfide contro Thailandia e Belgio da vincere a tutti i costi, poi la grande chiusura contro il fortissimo Brasile che a quel punto sarà già qualificato.

TURCHIA e OLANDA. Sono inserite nella stessa pool di Stoccarda che comprende anche la Cina e la Germania. Lo scontro diretto tra le due compagini sarà decisivo, poi però l’Italia deve sperare che la perdente crolli anche contro le Campionesse Olimpiche e senza racimolare più di 4 punti complessivi (o 2 nel caso della Serbia) nell’intero weekend (diamo per scontati i successi sulle padrone di casa, anche se potrebbe arrivare la sorpresa).

SERBIA. Inseriamo le Campionesse d’Europa in questo discorso soltanto per la matematica ma è già scontato che non potremo superarle. Boskovic e compagne hanno il bonus della sfida con la cenerentola Argentina che basterà per chiudere i conti. A Santa Fè se la dovranno vedere anche con gli USA e la Corea del Sud.

La classifica

1. USA   11

2. Brasile   10

3. Serbia   9

4. Turchia   9

5. Olanda   9

6. Italia   7

7. Cina   6

8. Russia   6

9. Polonia   6

10. Giappone   6

11. Germania   5

12. Corea del Sud   5

13. Belgio   3

14. Rep. Dominicana   2

15. Thailandia   2

16. Argentina   0

Stefano Villa