IGOR Volley Novara - Novara ha salutato le sue nazionali

 di Roberto Krengli Twitter:   articolo letto 15 volte
Fonte: agilvolley.com
Le Azzurre
Le Azzurre

Il primo abbraccio della città alla stella Paola Egonu, arrivata in azzurro nel corso dell’estate, ma anche l’accoglienza trionfale per Alessia Populini, capitana della nazionale juniores fresca campionessa del Mondo, e un doveroso “in bocca al lupo” a Cristina Chirichella e Sara Bonifacio in vista degli Europei seniores. Per dirigenti, sponsor e tifosi l’evento di lunedì sera al Castello di Novara ha rappresentato un gustosissimo antipasto della stagione che verrà. Stagione che riproporrà la compagine novarese ai vertici del volley europeo grazie alla partecipazione alla Champions League e che vedrà le azzurre al via con le consuete ambizioni e con uno Scudetto sul petto da difendere.

“Pochi mesi fa abbiamo ottenuto un successo storico – racconta suor Giovanna Saporiti, presidente del club – e ora ripartiamo con entusiasmo e ambizione, con un gruppo rinnovato che potrà contare su atlete di primo livello, tra cui alcune che compongono l’ossatura della nostra nazionale. Faremo il tifo per loro agli Europei, sperando di festeggiare con loro un grande risultato”.

Parole rilanciate dal “patron” Fabio Leonardi: “Siamo orgogliosi di come procede il nostro progetto, che oltre ai trofei vinti ci ha portati anche a raggiungere risultati importanti di altro tipo. Penso al fatto che abbiamo in rosa tre atlete della nazionale maggiore, tra talenti giovanissimi che sono cresciuti ed esplosi o sono pronti a farlo con la nostra maglia. Senza contare le due ragazze del nostro vivaio che hanno conquistato il titolo Mondiale under 18. Ringrazio la mia famiglia e tutti gli sponsor che come ogni anno, come il primo giorno, sono ancora qui con noi, entusiasti del progetto e pronti a sostenere la società e la squadra. Dopo lo Scudetto vogliamo toglierci altre soddisfazioni”.

“Il primo contatto con la mia nuova squadra e con la mia nuova città è stato ottimo – spiega Paola Egonue anche se al momento sono concentrata sugli Europei imminenti, non vedo l’ora di poter intraprendere a tutti gli effetti anche questa nuova avventura. Rispetto al Club Italia sarà tutto diverso e ci sarà la grande sfida della Champions League: sarà un’annata importante e sono contenta di viverla con questa maglia”.

“Per la prima volta nella storia di Novara – prosegue Cristina Chirichellaavremo l’onore di portare il tricolore sulle maglie. Ogni volta che vedo lo Scudetto penso alla fatica, al duro lavoro e alla voglia di vincere che abbiamo messo in campo e che ci hanno portate a questo traguardo storico. Ora, però, è tempo di pensare al futuro: prima l’Europeo, poi un’altra grande stagione con la maglia della Igor”.

Maglia che indosserà per il quarto anno consecutivo, proprio come Sara Bonifacio: “Faremo di tutto per difendere il titolo conquistato lo scorso anno e in Europa vogliamo migliorare il risultato di due stagioni fa. Sarà una stagione impegnativa e ricca di insidie ma sono convinta che ci siano tutte le premesse per fare bene. Gli Europei ? Secondo me l’Italia può essere una delle squadre da battere”.

Passerella sul palco anche per Stephanie Enright, emozionata e sorridente: “Dopo Firenze la mia avventura italiana prosegue con questa maglia e ne sono orgogliosa. Grazie a tutti per la splendida accoglienza, non vedo l’ora di iniziare la stagione”.

Venerdì le azzurre sosterranno un allenamento congiunto con la formazione di Monza allenata dall’ex tecnico novarese Luciano Pedullà. Appuntamento alle 17 al Pala Igor per l’inizio del riscaldamento.