Cristina Chirichella: “Io capitana dell’Italia, un ruolo di responsabilità, la Nazionale vuole andare lontano"

 di Roberto Krengli Twitter:   articolo letto 28 volte
Fonte: oasport.it
Cristina Chirichella
Cristina Chirichella

Cristina Chirichella è la nuova capitana della Nazionale Italiana di volley femminile. La 23enne napoletana succede ad Antonella Del Core e guiderà le azzurre durante il torneo di qualificazione ai Mondiali 2018, il Grand Prix e gli Europei. Dopo aver vinto lo scudetto con Novara ha rilasciato un’intervista al Mattino.

Cristina Chirichella racconta le sue sensazioni dopo essere stata investita del ruolo di capitana: “Ancora non me ne sono resa conto completamente. Sto assaporando la conquista dello scudetto, durante il ritiro con la Nazionale comincerò a comprendere l’importanza di questo incarico. Un ruolo nuovo che mi affascina e che mi darà nuove responsabilità. Ma già indossando la maglia azzurra capisci di essere una privilegiata e devi onorarla nel miglior modo possibile”.

Gli obiettivi per il futuro, in particolar modo con un occhio rivolto ai Mondiali 2018: “Mi auguro che la squadra sia protagonista. Il cammino è ancora lungo, dovremo lavorare molto però sotto la guida del commissario tecnico Mazzanti sono convinta che potremo puntare a un risultato di grande prestigio. Siamo una squadra giovane e abbiamo voglia di fare. Sarà importante formare un gruppo omogeneo sia in campo che fuori, questa rappresenterà una mia priorità quale capitano: uno spogliatoio unito è la base per grandi traguardi”.

Il suo rapporto con Napoli: “Appena posso torno qui. Anche per ragioni, diciamo così, culinarie perché in casa mia si cucina benissimo… Devo molto alla mia famiglia, a papà Giuseppe che mi ha sostenuto. In occasione della finale scudetto i miei genitori non erano al Palazzetto di Modena, però il supporto familiare non è mancato: c’era mio fratello Gaetano. Da bambina ho giocato in una squadra napoletana, l’Agil. Avevo undici anni e mi ero appassionata al volley grazie al cartone animato Mila e Shiro”.

La conclusione tutta sul suo carattere: “La determinazione è una delle mie doti. Sono sincera, positiva, umile”.

Stefano Villa