Gozzano-Pro Patria 2-2, i cusiani si mangiano le mani

18.11.2019 16:30 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: novara.iamcalcio.it
Maximiliano Uggè
Maximiliano Uggè

Il Gozzano si mangia le mani.

Il 2-2 maturato al "D'Albertas" suona come una beffa per una squadra che ha dominato in lungo ed in largo ma che ha sprecato troppo davanti al portiere, in special modo un calcio di rigore con Fedato, uno degli uomini migliori in campo. Lo strappo in classifica non arriva, le lunghezze di distanza dalla Pro Patria rimangono 4.

Come arrivano le squadre  

Il Gozzano è molto carico. La vittoria sull'Albinoleffe e la "quasi vittoria" di Siena ha dato entusiasmo ad un ambiente che già stava vedendo la propria squadra esprimersi su buoni livelli. L'ulteriore pari toscano con il Pontedera porta a tre i risultati utili in casa rossoblù. La Pro Patria ha una classifica tranquilla ma non vince da 5 gare, nelle quali ha raccolto tre pari e due sconfitte: urge una svolta, la speranza di Javorcic è che questa possa arrivare già al D'Albertas.

Le formazioni 

Sassarini recupera Barreto ma solo per la panchina, l'attacco sarà ancora guidato da Bukva. Fedato, Tomaselli e Rolle dovranno dare velocità e fantasia. Capitan Emiliano, premiato per la sua 100° gara col Gozzano, sarà il capitano della formazione cusiana. La Pro Patria risponde con il suo classico 3-5-2 in cui Defendi rimpiazza Le Noci come partner d'attacco di Mastroianni.

Il terreno condiziona, Uggè minaccia aerea 

Le squadre ci mettono parecchi minuti per prendere confidenza con le condizioni del terreno di gioco che risente delle molte ore di pioggia precedenti al match, che si gioca comunque all'asciutto. I primi 15 minuti sono fatti quasi esclusivamente da scaramucce a centrocampo con le due squadre concentrate nel prendere le misure ad avversari. Al quarto d'ora arriva la prima fiammata del Gozzano, Tomaselli si invola a destra dopo un buco della difesa ospite (causato con tutta evidenza dall'acqua caduta copiosa) ma vede il suo incedere rallentato dal terreno. Giunto quasi al fondo mette al centro trovando la deviazione in angolo. Al 17' padroni di casa vicinissimi al gol: punizione magistrale di Rolle che, con un pallone liftato, raggiunge Uggè sul secondo palo. L'incornata del numero 3 viene deviata nei pressi della linea da Emiliano che, in anticipo su Mastroianni, mette clamorosamente a lato. Sarebbe entrata la palla senza l'intervento del capitano? Probabilmente sì ma non ne avremo mai la certezza. Fra il 22' ed il 26' si assiste a due conclusioni alte, una per parte, di Rolle e Lombardoni.

Fiammata Gozzano, cusiani irresistibili  

Poco prima della mezz'ora arriva l'episodio che cambia la gara. Sull'ennesimo calcio d'angolo a favore (i rossoblu ne calciano 7 in mezz'ora) Rolle pesca sul secondo palo Rizzo che fa da sponda a Bruzzaniti lesto nell'anticipare gli avversari sotto porta. Siamo al 29', il Gozzano è in vantaggio. Nemmeno il tempo di festeggiare che su un capovolgimento di fronte guidato dallo stesso Bruzzaniti, Fedato arriva a calciare un diagonale sporco che esce di pochissimo. Un minuto ancora ed è Rolle a mettere i brividi a Tornaghi con una botta da fuori che fa gridare al raddoppio ma esce sul fondo. La Pro Patria dopo aver rischiato il tracollo sembra volersi e potersi riorganizzare, ma gli uomini di Sassarini affondano il colpo: al 39' costruzione bustocca dalla difesa, Bukva ci mette il piede. La palla schizza a sinistra dove Fedato raccoglie e si lancia verso il lato corto dell'area. Resiste alla pressione dell'inseguitore, evita un secondo avversario ed infila un ingenuo Tornaghi sul primo palo, reo probabilmente di aspettarsi un cross. Molto bravo Fedato, meno il capitano tigrotto. Due a zero al riposo per un Gozzano da applausi.

Javorcic cambia, ma il punteggio no 

Gli ospiti cominciano la ripresa con tre nuovi giocatori, due nel reparto d'attacco. Parker rimpiazza un nervoso Defendi, Kolaj al posto di Pedone porta l'assetto ospite ad un offensivo 3-4-1-2, ma i risultati tardano ad arrivare così la prima conclusione della seconda frazione è un diagonale largo di Fedato al 5'. Al 13' la Pro Patria va in rete da azione di calcio d'angolo, ma c'è un evidente fallo su Crespi nell'occasione. Al quarto d'ora una palla gol per parte. Bukva si libera al tiro dopo un'azione personale e trova i pugni di Tornaghi, pochi secondi dopo sull'altro fronte buco di Uggè su imbucata di Mastroianni, Kolaj è libero di calciare ma Crespi è come al solito molto bravo a chiudere lo specchio. Al 17' Parker riceve e mette giù, si gira e tira in diagonale, para Crespi.

Altro penalty fallito, la Pro Patria punisce 

Al 19' i novaresi potrebbero chiudere la gara, azione di contropiede perfetta, Fedato serve in area Tomaselli che, toccato dall'avversario, si lascia cadere. Calcio di rigore, si incarica della battuta Fedato che calcia bene ma Tornaghi è monumentale nella parata all'angolino. Al 25' chance per Kolaj che chiude il triangolo ma spara a lato in precario equilibrio. Al 28' contropiede del Gozzano, Bruzzaniti si invola ma calcia largo sul secondo palo. Al 31' cambia la gara. Angolo contestato dai locali, Battistini incorna perfettamente all'incrocio alla destra di Crespi. La Pro Patria alza il numero dei giri, il Gozzano perde metri e Sassarini cambia. Entrano Barreto e Gemelli ma su una frenata il brasiliano si fa male e dopo soli 4 minuti in campo deve continuare il suo calvario con l'infermeria. Negli ultimi minuti saltano gli schemi, Javorcic inserisce anche la quarta punta (l'esperto Le Noci) e gli ospiti buttano palle a profusione nella trequarti cusiana. Al 49' arriva la doccia ghiacciata per i colori rossoblù: palla sul secondo palo che filtra, Rolle aggancia Kolaj e l'arbitro indica il dischetto. Si incarica della battuta l'esperto Le Noci che con un rigore perfetto chiude la gara sul 2-2. Ingiusto, ma la legge del calcio dice che se sbagli troppo paghi ed al Gozzano è purtroppo capitato.

GOZZANO - PRO PATRIA  2-2

Reti: 29' Bruzzaniti (G), 39' Fedato (G), 31'st Battistini (PP), 50'st rig. Le Noci (PP).

Gozzano (3-4-2-1): Crespi; Emiliano, Uggè, Rizzo; Tumminelli, Guitto, Rolle, Bruzzaniti (44'st Zucchetti); Tomaselli (36'st Gemelli), Fedato (36'st Barreto; 40'st Fasolo); Bukva. All.: Sassarini.

Pro Patria (3-5-2): Tornaghi; Battistini, Lombardoni, Boffelli (40'st Le Noci); Spizzichino (1'st Galli), Palesi, Bertoni, Pedone (1'st Kolaj), Masetti (20'st Marcone); Defendi (1'st Parker), Mastroianni. All.: Javorcic.

Arbitro: Sig. De Tommaso di Rimini.

Note: angoli 8-5 per il Gozzano; ammoniti Tomaselli per il Gozzano, Masetti, Bertoni e Battistini per la Pro Patria.

Stefano Calabrese

-