Gilardino alla Pro: la notizia ufficiale e i primi commenti

11.07.2019 16:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: tuttoc.com
Alberto Gilardino
Alberto Gilardino

giovedì 11 luglio 2019

-

UFFICIALE - Pro Vercelli, Gilardino è il nuovo tecnico

La Pro Vercelli ha comunicato di aver raggiunto in data odierna l’accordo con mister Alberto Gilardino, che sarà il nuovo allenatore della prima squadra.

Come già preannunicato Il tecnico sarà presentato ufficialmente alla stampa questa sera alle ore 23 presso lo stadio “Silvio Piola”.

Valeria Debbia

-

La Stampa di Vercelli: "Le nozze con Gila"

"Le nozze con Gila davanti a un piatto di vitello tonnato".

Così La Stampa di Vercelli sul nuovo allenatore dei piemontesi. 

"Il sì è arrivato davanti ad un piatto di vitello tonnato al ristorante Borgo Antico di Borgo Vercelli. Alberto Gilardino arriva a Vercelli, reduce dall’esperienza sulla panchina del Rezzato in serie D: è al suo debutto assoluto tra i professionisti". 

Dario Lo Cascio

-

Pro Vercelli, Massimo Secondo: "Gilardino umile e straordinario, ottima impressione"

"Io non mi posso permettere menù troppo calorici, lui sì, ma da buon sportivo, a tavola sta attento. Più che mangiare, si è parlato soprattutto di Pro Vercelli". 

Massimo Secondo, presidente del club piemontese, ha parlato dell'incontro con Alberto Gilardino, che sarà il nuovo allenatore della squadra. Sulle colonne de La Stampa il patron aggiunge: 

"E’ stato un incontro positivo, di lui ho avuto subito una buona impressione. Gilardino aveva già parlato con Massimo Varini in più occasioni, sapeva tutto della Pro, ma con lui ho fatto una lunga chiacchierata. Per quanto mi riguarda ci ho messo poco tempo a prendere la decisione su di lui: mi ha fatto una bella impressione. Mi è parso una persona straordinaria, umile, con la voglia giusta di calarsi nel progetto.

Non gli ho nascosto nulla, della mia voglia di vendere la Pro, della possibilità che a campionato in corso possa subentrare una nuova dirigenza, della decisione di costruire una squadra giovane. E che rispetto alle scorse stagioni ci sarà un budget inferiore da investire nel monte stipendi. Ma ho aggiunto che alla Pro comunque siamo abituati a lavorare con serietà. 

Ha detto sì con entusiasmo. Ha sposato il nostro progetto. E’ consapevole che non allenerà campioni del mondo, ma ragazzi giovani cui dovrà trasmettere la sua esperienza da calciatore maturata negli anni su campi importanti. La filosofia della Pro, negli ultimi anni, è quella di credere in mister giovani, che sappiano mettersi in luce".

Dario Lo Cascio

-

Braghin: "Gilardino a Vercelli porterà entusiasmo"

L'ex allenatore della Pro Vercelli, Maurizio Braghin, intervenuto sulle colonne de La Stampa, ha parlato del suo "allievo" Alberto Gilardino, nuovo tecnico dei piemontesi: 

"Dopo aver detto sì a patron Massimo Secondo, Alberto Gilardino mi ha chiamato al telefono: abbiamo parlato a lungo. Gli ho spiegato cosa troverà a Vercelli. Posso vantarmi di averlo scoperto e nessuno mi può contraddire. Siamo originari entrambi di Cossato.

L’avevo visto a giocare: si vedeva che aveva i piedi buoni e ci sapeva fare. Sono andato dai suoi genitori e ho detto: “Mandatemelo a Piacenza”. Lì da Allievo giocò nella Primavera, poi debuttò in prima squadra: un trampolino di lancio per la serie A.

A Vercelli troverà una società blasonata con uno zoccolo duro di tifosi che va sempre allo stadio, ma che non lesina critiche. Troverà una bella piazza, seguita dai giornali. Troverà dirigenti seri e preparati: io con patron Secondo ho avuto discussioni, ma in giro trovi poche persone come lui, che ti fa star bene nel fare il tuo lavoro. Credo che in città porterà entusiasmo.

Ha giocato tanto in serie A, ha vinto a Berlino nel 2006 ed è tra i primi dieci attaccanti più prolifici degli ultimi anni. E’ un ragazzo a modo, riservato, che non ama stare sotto i riflettori. Ha la testa e la voglia di far bene. E’ stato allenato dai migliori tecnici e ha preso qualcosa da tutti. Lui si sta mettendo in gioco: parte da una C importante.

Il consiglio che gli do ? Fare le cose che sa fare e che preferisce fare nella maniera più semplice". 

Dario Lo Cascio 

-