Hockey Pista femminile - WRG 2019 HP: la Nazionale Italiana termina la sua corsa al quarto posto

15.07.2019 20:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: fisr.it
ITALIA - SPAGNA   2 - 4
ITALIA - SPAGNA   2 - 4

13 luglio 2019

WRG 2019 HP, le Azzurre si piegano solo al supplementare contro il bicampione spagnolo

Una clamorosa Italia mette paura al bicampione mondiale e pentacampione europea: riesce ad arginare le sortite delle spagnole e riesce a colpire chirurgicamente in contrattacco. Il pareggio ai tempi regolamentari non accadeva dal 1997, ultima vittoria italiana. Le azzurre soccombono solo al secondo tempo supplementare dopo una gara di grande sacrificio. Domenica alle ore 9.30 la gara per la medaglia di bronzo contro il Cile, in diretta streaming su www.rollergames.tv.

Giudice parte con il quintetto più esperto, Caretta, Ghirardello, Lapolla, Galeassi e Tamiozzo. Sin dai primi secondi la Spagna è padrone della pista e lo sarà per tutto l'arco del match, supplementrari compresi. Il primo tempo l'Italia lo passa ad arginare le innumerevole azioni in attacco delle spagnole, in una difesa a zona, mai così fruttuosa. Nelle rare occasioni di rimessa, la nazionale sfiora il vantaggio con Galeassi, un contropiede ed una girata che sfiorano il vantaggio. Fatica la Spagna ad entrare nello slot avversario e tra le mille parate di Veronica Caretta c'è anche una delle occasioni più nitida dei primi 25 minuti, il palo di Maria Diez.

All'avvio del secondo tempo c'è un altro palo iberico con Puigueta, ma è l'Italia a pervenire al vantaggio con Giulia Galeassi, deviando in rete un tiro di Lapolla. La Spagna pareggia poco dopo dopo un'intensa azione d'attacco dove è veloce Aina Florenza a spizzare la pallina in rete sul tiro di Piqueiro. La stessa Spagna vola al vantaggio al 16° minuto grazie al tapin vincente di Puigdueta. Il 2-1 carica le padroni di casa, ma l'Italia nelle rare occasioni di ripartenza si guardagna un rigore con Galeassi. Dal dischetto Elena Tamiozzo è infallibile sotto l'incrocio. L'Italia ripareggia i conti e manda tutti ai supplementari, evento che non accadeva dal 1997, ultima vittoria azzurra per 2-0.

Nei tempi supplementari non cambia nulla: sempre Italia a protezione della gabbia di Caretta, il portiere italiano compie numerose parate, e ripartenze italiane. A spezzare il pareggio arriva la veloce Puigdueta al minuto 1'29" con un tapin ravvicinato a disturbo del portiere avversario. L'Italia di disunisce e dopo un minuto raddoppia ancora con il talentino del Plegamans, per il definitivo 4-2.

Domani giorno di riposo prima delle finali per le medaglie. Alle 9.30 ci sarà Cile-Italia per il bronzo e alle 12.00 Argentina-Spagna per l'oro.

DICHIARAZIONE POST GARA DI MASSIMO GIUDICE E VERONICA CARETTA
"Una sconfitta a testa altissima per le azzurre - commenta coach Massimo Giudice. Hanno fatto proprio quello che le avevo chiesto e ci siamo riusciti. Portare ai supplementari le campionesse spagnole è un successo incredibile per un movimento che conta solo 4 squadre al campionato italiano. Tutto il movimento deve essere orgoglioso di questo risultato. E' un primo mattoncino che ci dovrà essere utile in futuro."
"Una partita difficile per tutte le mie compagne e per me, ma ci siamo mosse sempre bene. Dispiace tantissimo non arrivare alla finale, ci tenevamo tantissimo, ma la Spagna è la più forte squadre al mondo - commenta un'emozionata Veronica Caretta, MVP della serata"


ITALIA - SPAGNA   2 - 4 dopo tempi supplementari  (0-0, 2-2, 0-0, 0-2)

Italia: Caretta, Ghirardello, Lapolla, Tamiozzo (1), Galeassi (1) - Maniero, Sartori, Gallotta, Santochirico, Zarantonello - All. Giudice
Spagna: Vicente, Busquets, Puigueta (3), Piqueiro, Casarramona - Florenza (1), Lolo, Diez, Sanjurjo, Bernadas - All. Ares

Marcatori: 2° tempo: 7'55" Galeassi (I), 11'02" Florenza (S), 16'40" Puigdueta (S), 19'52" Tamiozzo (I) - 2° tempo supplementare: 1'29" e 2'23" Puigdueta (S)

Arbitri:Joaquim Pinto (Portugal) Roberto Montiveros (Argentina)

-

14 luglio 2019

WRG 2019 HP, le azzurre sconfitte dal Cile. E' il miglior risultato dal 1996.

Giudice parte con il quintetto più esperto, Caretta, Ghirardello, Lapolla, Galeassi e Tamiozzo. E' un Cile che dal primo minuto mette a ferro e fuoco la difesa italiana per cercare subito il primo gol: nasce da un tiro dalla distanza il vantaggio cileno deviato sottomisura da capitan Gaete. L'Italia non riesce a reagire e soffre il secondo gol al 9° con la rete in contropiede di Maca Ramos, servita ottimamente in velocità dalla compagna. Il Cile non smette nella sua affidabile copertura e ripartenza veloce, e le azzurre non riescono ad incidere in attacco: l'unica vera occasione arriva a Tamiozzo al 18° minuto. Cartellino blu a Lapolla al 19°: dal tiro diretto Donoso colpisce il palo. Ed anche la sfortuna coglie la squadra di Giudice che al 22° commette anche un autogol sfortunato: sul rilancio di Tamiozzo la sfera impatta sui pattini della Galeassi che la spedisce in rete.

Nella ripresa l'italia tiene testa all'avversario ma è ancora troppo poco pericolosa in attacco: il primo tentativo è di Maniero, una doppia ribattuta al portiere Hildalgo che compie il miracolo sulla linea. In campo anche Santochirico ma la manovra non riesce a costruire azioni degne di note, grazie ai continui raddoppi delle sudamericane. Un paio le occasioni limpide in area ad opera di Tamiozzo e Galeassi, le due bomber di questo mondiale con 5 gol a testa. Il risultato non si schioderà più da quel risultato anche l'Italia avrebbe meritato almeno un gol. Un ottimo campionato mondiale: un quarto posto che non arrivava dal 1996, ultima top4 della storia italiana femminile.

DICHIARAZIONE POST GARA DI MASSIMO GIUDICE E FRANCESCA MANIERO
"Tolgo da questo mondiale il primo tempo con l'Argentina e quello col Cile. Per il resto le ragazze hanno compiuto un mondiale molto importante per le loro carriere. Deve essere l'inizio di un nuovo percorso per il settore femminile per continuare la strada dello sviluppo"
"Un'esperienza incredibile, abbiamo sfiorato una medaglia mondiale e speriamo di fare meglio anche nel prossimo appuntamento - commenta Francesca Maniero, una delle più giovani del gruppo azzurro"


CILE - ITALIA   3 - 0  (3-0, 0-0)

Italia: Caretta, Ghirardello, Lapolla, Tamiozzo, Galeassi - Maniero, Sartori, Santochirico, Gallotta, Zarantonello - All. Giudice
Cile: Hidalgo, Donoso (1), Flores, Gaete (1), Ramos (1) - Reyes, Llera, Silva, Munoz, Aparicio - All. Querido

Marcatori: 1° tempo: 3'24" Gaete (C), 9'31" Ramos (C), 22'13" Donoso (C)

Cartellini blu: 21' Lapolla (I)

Arbitri: Gomez (Spagna) e Tania Pardo (Spagna)

-