In ricordo di Uber Gradella, calciatore azzurro, 1 Campionato romano di guerra (Lazio)

Nel 2019 Tuttonovara ricorda, nel giorno anniversario della nascita, i calciatori, gli allenatori, i dirigenti e i membri dello staff del Novara Calcio che ora sono nell'Azzurro del cielo
14.06.2019 09:40 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: it.wikipedia.org
Uber Gradella
Uber Gradella

Il 14 giugno 1921 nacque a Mantova, comune capoluogo dell'omonima provincia in Lombardia, Uber Gradella, calciatore azzurro, che morì il 6 gennaio 2015 a Roma, all'età di 93 anni.

Gradella giocò a calcio come portiere dal 1937 al 1949.

Tuttonovara gli rivolge un caro ricordo.

 

Carriera

Calciatore

Uber Gradella crebbe negli anni '30 nelle Giovanili del Mantova.

Esordì nello stesso Mantova in Serie C nel 1937.

Nel campionato 1939-1940 passò in Serie B al Verona, dove fu titolare per 33 partite.

Grande amico di Silvio Piola, arrivò poi in A alla Lazio nel 1940, a 19 anni, e rimase in biancoceleste per tutti gli anni quaranta. Il 13 febbraio 1949, nel corso di Atalanta-Lazio 1-1, quando mancavano due minuti al termine dell'incontro, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, Gradella si gettò senza paura sulla palla, nonostante l'opposizione di diversi avversari. Cadendo a terra venne sommerso da sette tra compagni ed avversari: il ginocchio sinistro gli si girò completamente. Nonostante la menomazione rimase stoicamente in campo fino al fischio di chiusura. A seguito dell'infortunio riportato, rimase un anno fermo tra interventi chirurgici e convalescenza. Quando era pronto per il rientro, il suo posto fu preso da Sentimenti IV. Uber ricevé la lista gratuita, ma piuttosto che lasciare l'amata Lazio decise di abbandonare l'attività.

Nel 1944-45 giocò anche con la Biellese e nel 1945 con il Novara, nei campionati del periodo di guerra.

Il suo curriculum in biancoceleste è di 161 presenze complessive tra campionato di Serie A (151 partite, di cui 132 nelle edizioni a girone unico), Coppa Italia e Campionati romani di guerra.

 

Curiosità

Nel 1946, dopo la Seconda guerra mondiale, la Lazio anziché pagargli l’ingaggio, aiutò Gradella ad aprire un negozio di abbigliamento ed attrezzature sportive, dando vita al marchio Gradella Sport che avrebbe fornito le maglie biancocelesti al club romano fino alla fine degli anni sessanta.

 

Ecco in sintesi la carriera di Uber Gradella. Nell'ordine sono indicate le stagioni, le squadre di club (con → sono segnati gli eventuali prestiti) e le Nazionali nelle quali militò, il numero di presenze in campionato da calciatore e, tra parentesi, il numero di gol subìti:

Calciatore

Giovanili

- Mantova

Squadre di club

1937-39 - Mantova - ? (-?)
1939-40 - Verona - 33 (-?)
1940-44 - Lazio - 77 (-?)
1944-45 - Biellese - ? (-?)
1945 - Novara - ? (-?)
1945-49 - Lazio - 75 (-?)

Nazionale

 ???? - Italia B - ? (-?)

 

Palmarès

Calciatore

Club

Competizioni nazionali

Campionato romano di guerra: 1   (Lazio: 1943-44)