In ricordo di Salvatore Fidomanzo, calciatore azzurro

Nel 2019 Tuttonovara ricorda, nel giorno anniversario della nascita, i calciatori, gli allenatori, i dirigenti e i membri dello staff del Novara Calcio che ora sono nell'Azzurro del cielo
06.09.2019 09:45 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: it.wikipedia.org
Salvatore Fidomanzo
Salvatore Fidomanzo

Il 6 settembre 1908 nacque a Messina, comune capoluogo dell'omonima città metropolitana, in Sicilia, Salvatore Fidomanzo, noto anche come Fidomanzo I, calciatore italiano, che morì non si sa né dove né quando.

Fidomanzo giocò a calcio come attaccante e successivamente come centrocampista nel ruolo di mediano dal 1923 al 1937. 

Tuttonovara gli rivolge un caro ricordo.

-

Caratteristiche tecniche

Salvatore Fidomanzo fu una bandiera del calcio messinese. Era un vero mastino e costruì una sua piccola e personale leggenda sui campetti di provincia della Sicilia, sino ad arrivare ai massimi livelli. Mediano instancabile nel lavoro di spola, andava spesso ad aiutare i terzini quando questi si trovavano in difficoltà. Fortissimo sul piano della corsa e dell'agonismo, aveva però seri problemi quando si trattava di costruire il gioco e questo lo frenò non poco.

-

Carriera

Calciatore

Caratteristiche tecniche

Salvatore Fidomanzo iniziò a giocare nella stagione 1923-24 nell'U.S. Peloro (Società calcistica con sede a Messina), nella Seconda Divisione siciliana.

Nella stagione successiva passò all'U.S. Messinese, disputando 2 incontri in Prima Divisione (massimo livello dell'epoca) e rimase nella Messinese anche nel 1925-26.

Passò poi ancora alla Peloro nel 1926-27, nel girone D della Zona Sud in Seconda Divisione.

Tornò nuovamente alla Messinese nel 1927-28, nuovamente in Seconda Divisione. Fidomanzo rimase in Sicilia anche dopo il cambio di denominazione da U.S. Messinese ad A.C. Messina, disputando con i giallorossi 143 incontri e mettendo a segno 16 reti in 7 campionati, disputati nel girone D della Zona Sud in Seconda Divisione (2 stagioni), in Prima Divisione Sud (3 campionati) e infine in Serie B (altri 2). Divenne così una bandiera del calcio messinese. 

Nel 1935-36 disputò la Serie A con la Sampierdarenese, i cui osservatori avevano notato la sua generosità e la sua dedizione alla causa comune. Qui però emersero anche i suoi limiti tecnici che gli fecero collezionare una sola presenza (Genova 1893-Sampierdarenese 3-0, 9 febbraio 1936).

Passato al Novara per il suo ultimo campionato (il 1936-37), fece segnare un'ulteriore ma unica presenza nella Serie A (Bologna-Novara 5-1, 3 gennaio 1937), ponendo fine alla sua carriera.

-

Ecco in sintesi la carriera di Salvatore Fidomanzo. Nell'ordine sono indicate le stagioni e le squadre di club (con → sono segnati gli eventuali prestiti) nelle quali militò, il numero di presenze in campionato e, tra parentesi, il numero di gol segnati:

Calciatore

Squadre di club

1923-24 - Peloro - ? (?)
1924-26 - Messinese - 2+ (0+)
1926-27 - Peloro -  ? (?)
1927-28 - Messinese - 2+ (?)
1928-35 - Messina - 143 (16)
1935-36 - Sampierdarenese - 1 (0)
1936-37 - Novara - 1 (0)

-