In ricordo di Cosimo Muci, calciatore azzurro

Nel 2019 Tuttonovara ricorda, nel giorno anniversario della nascita, i calciatori, gli allenatori, i dirigenti e i membri dello staff del Novara Calcio che ora sono nell'Azzurro del cielo
14.05.2019 09:45 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: it.wikipedia.org
Cosimo Muci
Cosimo Muci

Il 14 maggio 1920 nacque a Novara, comune capoluogo dell'omonima provincia, in Piemonte, Cosimo Muci, calciatore italiano, che morì nel febbraio 1992 a Pietra Ligure, comune in provincia di Savona, in Liguria, all'età di 71 anni.

Muci giocò a calcio come attaccante dal 1940 al 1953. 

Tuttonovara gli rivolge un caro ricordo.

 

Caratteristiche tecniche

Cosimo Muci sapeva ricoprire più ruoli di attacco, anche se preferiva giostrare all'interno del campo. Era rapido, deciso, molto concreto quando aveva la palla in mezzo ai piedi ed era molto duttile, per cui un posto in squadra lo trovava sempre.

 

Carriera

Calciatore

Cosimo Muci iniziò la carriera in serie B con il Novara, giocandovi dal 1940 al 1944, nella prima stagione in Serie A, poi per due campionati in Serie B e da ultimo nel girone unico misto del Campionato Alta italia gestito dal Direttorio I Zona (Piemonte). Durante la successiva sospensione dovuta agli eventi bellici si tenne in allenamento col Novara.

Nel dopoguerra dal 1945 al 1948 passò in Serie A all'Inter; qui raggiunse le piena maturità distinguendosi sia per aver segnato la rete del definitivo 6-2 con cui la sua squadra batté il Grande Torino il 14 luglio 1946 in una gara di quel campionato che i piemontesi avrebbero poi vinto, sia per le prestazioni nella stagione 1946-47, quando si piazzò all'ottavo posto nella classifica dei cannonieri. Nei due tornei che fecero seguito al ritorno dell'attività calcistica, segnò ben venticinque reti, ma purtroppo negli anni a seguire non riescì a confermarsi ad altissimi livelli, anche se continuò a mostrare, ad intermittenza, il suo valore.

Nell'estate del 1948 venne ceduto al Vicenza, allora militante tra i cadetti, che nel campionato 1948-49 sfiorò la promozione piazzandosi al 3º posto. A Vicenza riuscì a giocare con continuità.

Tornò quindi a militare in Serie A nella stagione 1950-51 con la Pro Patria che arrivò al 10º posto in quella stagione. Con la squadra di Busto Arsizio giocò un campionato non esaltante, dal punto di vista delle gare disputate, ma confermò ancora una volta il suo fiuto del gol, segnando 4 reti in sole 9 partite.

Al termine di quella stagione fu ceduto alla Marzoli di Palazzolo sull'Oglio dove concluse la carriera portando la squadra al 2º posto nel girone B della IV Serie.

 

Ecco in sintesi la carriera di Cosimo Muci. Nell'ordine sono indicate le stagioni e le squadre di club (con → sono segnati gli eventuali prestiti) nelle quali militò, il numero di presenze in campionato e, tra parentesi, il numero di gol segnati:

Calciatore

Squadre di club

1941-44 - Novara - 73 (24)
1945-48 - Inter - 86 (29)
1948-50 - Vicenza - 79 (18)
1950-51 - Pro Patria - 9 (4)
1951-53 - Marzoli - ? (?)