In ricordo di Camillo Achilli, allenatore di calcio azzurro, da calciatore 1 Serie B (Genoa)

Nel 2019 Tuttonovara ricorda, nel giorno anniversario della nascita, i calciatori, gli allenatori, i dirigenti e i membri dello staff del Novara Calcio che ora sono nell'Azzurro del cielo
21.08.2019 09:45 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: it.wikipedia.org
Camillo Achilli
Camillo Achilli

Il 21 agosto 1921 nacque a Milano, comune capoluogo dell'omonima città metropolitana e della regione Lombardia, Camillo Achilli detto Dino, calciatore, allenatore di calcio e dirigente sportivo italiano, che morì il 14 giugno 1998 a Milano, all'età di 76 anni.

Achilli giocò a calcio come centrocampista dagli anni '30 al 1957. Fu anche allenatore di calcio dal 1956 al 1973. 

Tuttonovara gli rivolge un caro ricordo.

-

Note biografiche

Camillo Achilli scomparve a Milano nel 1998 all'età di 76 anni a causa di un tumore.

Era il padre di Marco Achilli, anch'egli calciatore dell'Inter negli anni sessanta e settanta, deceduto nel 2009.

-

Carriera

Calciatore

Camillo Achilli crebbe a cavallo degli anni '30 e '40 nell'Ambrosiana Inter e fu soprannominato gamba di sedano per il fisico esile.

Esordì nel 1942-43 in prestito al Dopolavoro Caproni Milano, in Serie C, giocando 20 partite.

Fu titolare in nerazzurro con l'Inter dall'anomalo campionato 1945-46 (stagione in cui andò a segno in ben 11 occasioni) alla stagione 1950-51, arretrando progressivamente il raggio di azione fino a coprire il ruolo di mediano difensivo. In quegli anni indossò anche la fascia di capitano del club nerazzurro (198 gare, 19 reti). Nel 1951 fu una buona stagione con 34 presenze su 38 partite complessive, conclusa ad un solo punto dal Milan scudettato, ma ciò non gli valse a sorpresa la conferma.

Passò quindi al Genoa, appena retrocesso in Serie B. Debuttò in rossoblu sul campo del Venezia, andando a segno e indossando anche in questo caso la fascia di capitano; nell'annata successiva invece perse il posto da titolare, disputando 2 sole partite nel campionato vinto dai Grifoni. In due stagioni col Genoa giocò 25 gare e segnò 1 rete.

Passò quindi al Lecce in Serie C (26 partite).

Tornò poi in B nel 1954 per disputare due stagioni con la maglia del Verona (24 gare).

Chiuse la carriera in Serie C con la maglia del Lecco, con cui centrò la promozione in B nella stagione 1956-57, giocando solo 4 partite, ma svolgendo anche il ruolo di allenatore.

In carriera ha totalizzato complessivamente 169 presenze e 8 reti nella Serie A a girone unico e 49 presenze e 1 rete in Serie B.

Allenatore

Intrapresa la carriera di allenatore, Camillo Achilli debuttò con il Lecco, nel 1957, sfiorando la promozione nella massima serie nel campionato 1958-59.

Nella stagione successiva affiancò il tecnico dell'Inter Aldo Campatelli in qualità di allenatore in seconda dei nerazzurri, salvo poi prendere il posto di quest'ultimo nelle ultime undici giornate del campionato.

Trascorse la stagione 1960-61 all'Alessandria, in Serie B.

Nel dicembre 1961 venne richiamato sulla panchina del Lecco, in Serie A; non evitò la retrocessione dei blucelesti in Serie B e nel successivo campionato cadetto fu esonerato a febbraio, a causa dei risultati negativi ottenuti.

Nel 1963 ebbe una brevissima esperienza sulla panchina della rappresentativa Nazionale B Italia.

Guidò poi il Venezia (subentrando nel febbraio 1964 a Sandro Puppo), nella Serie B.

Allenò il Palermo nella stagione 1966-67, in Serie B.

Guidò il Novara in C nel 1968.

Passò poi nel 1969 alle Giovanili del Piacenza.

Nel Piacenza ricoprì anche l'incarico di allenatore in seconda e di direttore sportivo, nella seconda parte del campionato 1970-1971, nel girone A della Serie C.

Nel campionato di Serie B 1972-73 tornò per un'ultima volta sulla panchina del Lecco, affiancando Longoni, nella stagione culminata con la retrocessione in terza serie.

-

Ecco in sintesi la carriera di Camillo Achilli. Nell'ordine sono indicate le stagioni, le squadre di club (con → sono segnati gli eventuali prestiti) e le Nazionali nelle quali militò e che allenò, il numero di presenze in campionato da calciatore e, tra parentesi, il numero di gol segnati:

Calciatore

Giovanili

19??-41 - Ambrosiana-Inter

Squadre di club

1941-42 - Ambrosiana-Inter - 0 (0)
1942-43 → Dop. Caproni Milano - 20 (0)
1945-51 - Inter - 198 (19)
1951-53 - Genoa - 25 (1)
1953-54 - Lecce - 26 (0)
1954-56 - Verona - 24 (0)
1956-57 - Lecco - 4 (0)

Allenatore

1956-59 - Lecco
1959-60 - Inter
1960-61 - Alessandria
1961-63 - Lecco
1963 - B Italia
1964-65 - Venezia
1966-67 - Palermo
1968 - Novara
1969-70 - Piacenza - Giovanili
1970-71 - Piacenza - Vice
1972-73 - Lecco

-

Palmarès

Calciatore

Club

Competizioni nazionali

Campionato italiano di Serie B: 1   (Genoa: 1952-53)

-