Reggina, un sogno di mezza estate chiamato Bendtner (di Tommaso Maschio)

Il danese, ex Juve e Arsenal, non vestirà la maglia amaranto, ma il profilo "straniero e importante" resta valido
14.08.2019 11:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: tuttoc.com
Tommaso Maschio
Tommaso Maschio

È durato meno di una settimana il sogno di mezza estate dei tifosi della Reggina. Ovvero quello di vedere Nicklas Bendtner al centro dell'attacco della squadra calabrese nel prossimo campionato di Serie C.

Una voce nata poco prima dello scorso fine settimana, alimentata da alcune dichiarazioni sibilline del presidente calabrese Gallo (“L'attaccante sarà straniero”) e del dg Gianni (“Stiamo lavorando su profili importanti”) e dall'apertura del Rosenborg proprietario del cartellino del danese che nella serata di ieri faceva sapere di aver dato il via libera al classe '88 di valutare tutte le offerte che gli erano arrivate. Un sogno spento nella giornata appena passata dalle parole dell'agente del giocatore che faceva sapere che, pur rispettando la storia della Reggina, Bendtner non avrebbe vestito la maglia amaranto.

Un sogno irrealizzabile ovviamente, perché per quanto l'ex di Arsenal e Juventus non viva un momento esaltante a livello sportivo (e non solo), Bendtner resta un giocatore che ha ancora un certo seguito di ammiratori in Europa e può ancora puntare a strappare un ultimo contratto importante per la sua carriera, qualcosa che certo la Reggina non può garantirgli. Per un brenso (breve e intenso in slang) momento è stato però bello immaginare lo sbarco di un nome come quello del danese nella nostra tanto vituperata Serie C e certamente avrà fatto piacere ai tifosi reggini, nonostante l'amaro che resta in bocca alla fine, vedere nuovamente il nome del loro club sui media nazionali e internazionali per questioni di mercato e non per le disavventure societarie.

L'altro lato della vicenda è però quello che costringerà Gallo a piazzare un grande colpo, magari non di così ampio respiro e richiamo, a una piazza che si è ingolosita in questi giorni che portano a Ferragosto. I nomi che circolano con maggiore insistenza sono due e portano in Turchia: il primo è quello del poco noto Omer Sismanoglu, classe '89 lo scorso anno al Yeni Malatyaspor, calciatore che vanta 165 presenze e 42 reti nella massima lega turca oltre ad aver giocato in Germania con la maglia del Sankt Pauli. L'altro, sicuramente più affascinante e vicino al profilo di Bendtner, è invece Mevlut Edinc, classe '87, un passato glorioso in Francia con il PSG (che non era ancora quello dei qatarioti) e Saint Etienne, nell'ultima stagione all'Antalyaspor, ma di proprietà del Basaksehir. Un giocatore che vanta qualcosa come 35 presenze e 8 reti con la Turchia con cui ha conquistato anche un terzo posto all'Europeo del 2008. Insomma un profilo importante e straniero che forse non accende la fantasia al pari di Bendtner, ma che rappresenterebbe comunque un colpo a effetto per il club dello stretto.

Tommaso Maschio

-