Lo spettacolo dei Playoff (di Luca Bargellini)

20.05.2019 11:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: tuttoc.com
Luca Bargellini
Luca Bargellini

Anche la settimana che si è appena chiusa ha portato con se una sequela infinita di ribaltoni, retroscena e polemiche. Dai casi Foggia e Palermo, sui quali la miope gestione della Lega di Serie B ha posato la sua lunga mano volendo intervenire senza attendere una posizione precisa della FIGC, fino alle rivoluzioni societarie che si sono vissute a Carpi e Padova, con la prima ancora in via di definizione e la seconda che ha già visto Bonetto cedere il passo all’imprenditore franco-armeno Joseph Oughourlian. In entrambi i casi i prossimi giorni dal qualche certezza in più alle rispettive piazze.

PLAYOFF COL BOTTO

Fortunatamente, però, non ci sono polemiche e vicissitudini societarie a tenere banco in questi giorni. Ci sono anche (anzi soprattutto) i playoff promozione. L’andata del primo turno della fase nazionale ha regalato emozioni e molti spunti di riflessione.
Nel derby toscano fra Carrarese e Pisa, ad esempio, si è avuto nuovamente la riprova che il rendimento della formazione allenata da Luca D’Angelo nella seconda parte di stagione non era frutto del caso. Sotto di due gol contro una rivale tutt’altro che abbordabile i nerazzurri hanno avuto il carattere, la condizione atletica e la lucidità mentale per gestire i momenti della gara arrivando a centrare un pareggio che vale oro in vista del match di ritorno.
Sempre in Toscana, anche se qualche chilometro più in la, l’Arezzo ha portato a casa un successo importante sulla Viterbese. Una vittoria, quella degli uomini di Alessandro Dal Canto, che, però, è stata ben più sofferta di quanto il 3-0 finale potrebbe indurre a pensare. I laziali giocano, si rendono pericolosi, trovando anche la sfortuna come rivale (leggi traversa di Tsonev). Brilla, di nuovo, la stella di Matteo Brunori Sandri fra i padroni di casa: due dei tre gol portano la sua firma ed entrambi sono di altissima qualità. Mercoledì al ‘Rocchi’ agli uomini di Pino Rigoli servirà un mezzo miracolo per passare il turno, ma se la finale di Coppa Italia ha dimostrato qualcosa recentemente è che prima di dar per vinta la Viterbese occorre attendere anche oltre il 90’.
Dal ‘Brianteo’ di Monza arriva, invece, la grande sorpresa di giornata. I padroni di casa di Cristian Brocchi non sono riusciti ad arginare un’Imolese che anche nel postseason si dimostra essere una meravigliosa realtà. Dionisi, contro rivali più blasonati e quotati, disegna una partita spettacolare dei suoi, durante la quale prima ammortizza le sfuriate degli avanti brianzoli (Reginaldo ancora una volta sugli scudi) e poi, nella ripresa, con alcune sostituzioni cambia il volto del match portando a casa la vittoria. Adesso al ritorno i romagnoli avranno a disposizione due risultati su tre e che anche una sconfitta per due reti garantirebbe comunque il passaggio del turno.
Infine le due gare più equilibrate, Potenza-Catania e Feralpisalò-Catanzaro. Due partite, però, molto diverse fra loro, con la prima che ha visto França tenere a galla le speranze lucane dopo il gol in avvio di Di Piazza, rimandando il verdetto al match di mercoledì nonostante la classifica della stagione regolare dia un vantaggio alla truppa di Andrea Sottil. A Salò, invece, gli uomini di Zenoni conquistano con ordine una vittoria importante contro un Catanzaro probabilmente troppo brutto per essere vero. La qualificazione nonostante tutto è ancora alla portata, ma servirà tutt’altra prestazione, soprattutto a livello mentale, da parte degli uomini di Gaetano Auteri per pensare di poter andare avanti.

PLAYOUT

Tre gare con tre vittorie delle formazioni di casa. Virtus Verona, Lucchese e Paganese portano a casa successi importanti in vista della salvezza, ma guai a dare come archiviata la pratica. Soprattutto perché le gare sono tutte lontane dalle mura amiche e Rimini, Bisceglie e Cuneo sono campi che sanno imporre agli ospiti il proprio fattore. Detto questo la forma del successo, in particolare di Lucchese e Paganese, sembrano dare una boccata d'ossigeno in più a due squadre che sono in agonia da tantissimo tempo.

Luca Bargellini