Il punto sulla Serie C (di Luca Bargellini)

Nato a Firenze nell'anno del Mundial spagnolo, giornalista di TuttoMercatoWeb.com, direttore di TuttoC.com
04.03.2019 11:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: tuttoc.com
Luca Bargellini
Luca Bargellini

Un normale weekend di campionato. Questo è stato quanto si è vissuto in Serie C nell’ultimo fine settimana. Una cosa tanto banale, quanto unica nell’universo della terza serie. Dopo settimane di carte bollate, sentenze, estromissioni e in attesa di altre che potrebbero riservare altrettante brutte sorprese (il conto alla rovescia per Cuneo e Lucchese è oramai prossimo al termine),  quest’ultimo turno di campionato è scivolato via con la mente di tutti rivolta solo e soltanto al campo.

ENTELLA CONTRO TUTTI

Il weekend ha portato alla formazione di Roberto Boscaglia “solamente” un pareggio, anche se di assoluto prestigio contro il Pisa: eppure il turno di campionato rimane comunque favorevole ai Diavoli Neri. Le sconfitte di Arezzo e Pro Vercelli, rispettivamente contro Cuneo e Novara, hanno infatti rallentato due delle squadre più attrezzate per dar fastidio ai liguri. Carrarese e Robur Siena contro Albissola e Gozzano hanno bissato i successi ottenuti nel turno precedente, dando continuità ad un rinnovato trend positivo che le tiene in corsa fino alla fine. Applausi al Piacenza di Arnaldo Franzini. Poche chiacchiere, ancora meno titoli di quotidiani, ma tanti risultati. La riprova che il sodalizio biancorosso funziona si nasconde dietro ad un solo nome: Franco Ferrari. Salutati Pesenti e Romero il Piacenza ha scelto di riportare in C l’italoargentino dopo sei mesi difficile a Brescia. Mai scelta fu più azzeccata. Cinque gol in nove presenze lo provano in maniera chiara.

LA QUIETE

Dieci gare e appena tre vittorie. Questo è il particolare ruolino di marcia del Girone B in questo primo turno di campionato di marzo. I successi di Monza, Ravenna e Fermana assumono, dunque, una doppia valenza. Perché accorciano la corsa verso la vetta e mettono un margine ulteriore nei confronti di chi insegue. Per tutte e tre le vittorie ottenute, nel caso specifico, consolidano le posizioni playoff in vista del finale di stagione. Una di queste gare, in particolare quella del Monza, porta con se anche la settima sconfitta in dieci giornate della Ternana. L’arrivo di Fabio Gallo in panchina non ha purtroppo sortito alcun tipo di effetto sulla formazione umbra: le tre sconfitte in quattro incontri danno la misura di una squadra in totale difficoltà e anche con una buona dose di sfortuna negli episodi. E adesso la zona playout è a solo quattro lunghezze di distanza.

RELAX

Cinque pareggi nelle ultime dieci giornate. Tre nelle ultime quattro. E’ una Juve Stabia che sembra accusare un po’ di stanchezza quella che ieri si è fermata sullo 0-0 in casa della Casertana, ma che soprattutto ha visto ridurre ad appena quattro punti il vantaggio sul Trapani secondo in classifica che in questo turno ha sfruttato il 3-0 a tavolino sul Matera per dare continuità al loro percorso di risultati utili. Il duello fra queste due formazioni durerà, quasi certamente, fino alla fine della stagione. Con uno step fondamentale fissato il 7 aprile prossimo nello scontro diretto in casa della formazione di Fabio Caserta. Per non rischiare un clamoroso sorpasso le Vespe dovranno trovare il modo di risvegliarsi da questo torpore fin dai prossimi impegni. Quanto avvenuto all'Alessandria di due anni fa ha insegnato qualcosa. Mai dare niente per scontato; mai dare un campionato come già vinto; mai mollare niente. Perché ci sarà sempre un avversario dietro l'angolo pronto a dare tutto e a mollare un secondo dopo di te.

Luca Bargellini