Il punto sulla Serie C (di Ivan Cardia)

Domani l’esito dell’istruttoria sulle iscrizioni, il valzer panchine all’ultimo giro
03.07.2019 11:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: tuttoc.com
Ivan Cardia
Ivan Cardia

Il martedì sera col direttore Bargellini abbiamo l’abitudine di consultarci sui temi del successivo editoriale. Perché lo stimo e perché dà spesso spunti interessanti. Nel caso specifico, ieri sera mi ha risposto: “Idee ? Zero”. Fin qui, per spiegare due cose: se non troverete nulla di interessante in quel che segue, sapete a chi rivolgervi. E poi che siamo in una fase fisiologica di attesa per quanto riguarda la Serie C. Non tanto per quanto riguarda il mercato dei calciatori, quanto per quel che concerne tante panchine del prossimo campionato, e non solo.

Domani è prevista la fine dell’istruttoria CoViSoC sulle istruttorie al prossimo campionato. I club esclusi potranno poi presentare entro l’8 un ricorso, che sarà deciso il 12. Non ci aspettiamo scossoni: l’avvicendamento Palermo-Venezia, coi lagunari in B, è più o meno una formalità. Stesso discorso per gli altri club, in C, i cui tifosi nutrono una flebile speranza, Foggia e Arzachena. Per il resto, un altro paio di società attendono interessate all’eventuale passaggio in cadetteria, ma le situazioni fin qui segnalate come meritevoli di attenzione, Chievo e Trapani, dovrebbero risolversi con buone notizie per i veneti e i siciliani, che sembrano aver fugato i dubbi sulla regolarità delle rispettive iscrizioni al prossimo campionato di B.

Superato lo scoglio CoViSoC, sarà possibile definire anche tutte le panchine del prossimo campionato di C. Delle 60 squadre attuali, ne mancano 20. Teniamo fuori chi non ci sarà, perché destinato alla B o perché purtroppo non parteciperà alla C. Alcune situazioni, in realtà, sono definite: il Catania aspetta soltanto di annunciare Andrea Camplone, stesso discorso per quanto riguarda il Novara e Simone Banchieri. L’Arzignano ha scelto Alberto Colombo, il Gozzano David Sassarini. In altri casi non siamo ancora alla decisione presa ma quasi: Alessandro Dal Canto è a un passo dal Siena, Simone Pavan vicinissimo alla Vis Pesaro. E per Federico Coppitelli c’è l’Imolese. Infine, alcune situazioni in bilico: il Carpi spera nella B ma dovrebbe rimanere deluso. Ed è alle prese con un passaggio societario da cui ovviamente dipenderà tutto (a tal proposito, nel gruppo guidato da Felleca dovrebbe esservi anche l’ex patron dell’Akragas, Giavarini, ma sono rumors su cui in tutta onestà non abbiamo conferme dirette). Poi la Pro Vercelli che dovrebbe scegliere Alberto Gilardino, la Vibonese (qualche frizione societaria ma nessun problema economico) tra Giacomo Modica e Antonino Asta, la Viterbese (altro club impegnato nel passaggio di quote al vertice) per la quale tutto fa pensare al Calabro-bis ma attendiamo novità. Il valzer degli allenatori è quasi all’ultimo giro.

Ivan Cardia