"Gli attaccanti fanno vendere i biglietti", mai motto fu più adatto a descrivere l'avvio del mercato (di Tommaso Maschio)

04.01.2019 11:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: tuttoc.com
Tommaso Maschio
Tommaso Maschio

Anche in questa finestra di mercato invernale, come in estate, sono gli attaccanti ad accendere i sogni più o meno proibiti dei tifosi di Serie C. Perché come dice una vecchia massima del calcio “sono gli attaccanti che fanno vendere i biglietti” ( la continuazione è: “i difensori fanno vincere i campionati”. Ma a quasi nessuno importa). Da nord a sud le squadre hanno iniziato a muoversi per rinforzare i reparti offensivi cercando il colpo grosso, magari fra i tanti giocatori in uscita dalla Serie B.

A Monza, dove è in atto una vera e propria rivoluzione targata Berlusconi-Galliani, sono infatti in arrivo due calciatori che possono cambiare gli equilibri nella seconda parte di stagione come il guizzante Cosimo Chiricò dal Lecce (contratto fino al 2021 e centralità nel progetto) e Andrea Brighenti dalla Cremonese a cui si aggiungerà l’esperto Ettore Marchi del Gubbio, calciatore dal passato importante in cadetteria. In uscita c’è però Tommaso Ceccarelli che potrebbe andare a rinforzare un Piacenza che non vuole lasciare nulla di intentato per provare il grande salto in Serie B e per questo ha avviato i primi contatti con un altro big come Gianmarco Zigoni, in uscita dal Venezia, accostato anche alla Juventus U23 che però pare puntare su altri profili a partite dal solito Daniele Cacia del Novara per finire a due pezzi da novanta come Stefano Moreo del Palermo, che però difficilmente lascerà i rosanero dove sta ritagliandosi sempre più spazio, e il neo svincolato Matteo Mancosu, reduce dall’esperienza oltreoceano con il Montreal Impact e voglioso di tornare in Italia.

Altro nome in uscita dalla Serie B e molto appetito in terza serie è Matteo Di Piazza del Cosenza, sui cui si muovono due big del Girone C come Catania e Catanzaro, mentre la Reggina (che sta vivendo in questi giorni il cambio di proprietà) sembra voler regalare un grandissimo colpo alla piazza e punta nell’ordine Emanuele Calaiò del Parma (che ha già rifiutato mezza Serie C ed è vicino al Foggia), Allan Baclet del Cosenza e Abdou Doumbia del Lecce (su cui è in corso un derby toscano fra Pisa e Livorno).

Verso il ritorno in Serie C il giovane Andrea Bianchimano finito nei radar di Catanzaro (che si muove anche per Francesco Salvemini, in uscita da Potenza) e Monopoli.

Tornando a nord il SudTirol, con il sogno irrealizzabile Leonardo Perez sullo sfondo, lavora a obiettivi più concreti come Sacha Cori (nel mirino anche del Gubbio) del Monza, Matteo Chinellato del Padova e Tommy Maistrello del Vicenza, tutti calciatori in uscita dai rispettivi club.

Se questo è l’avvio, verrebbe da dire, dobbiamo aspettarci un mese alquanto scoppiettante che magari possa far passare in secondo piano (ma non dimenticare perché l’attenzione deve restare sempre massima) e i soliti guai finanziari di tante, ancora troppe, squadre iscritte alla terza serie.

Tommaso Maschio