Novara calcio, serve ripartire con entusiasmo e un programma chiaro

Ricominciare evitando di commettere gli stessi errori e soprattutto con un progetto chiaro
20.05.2019 19:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: sdnovarese.it
Massimo De Salvo
Massimo De Salvo

Il Novara calcio termina una stagione decisamente opaca senza essere riuscito a riportare l’entuasiamo auspicato dopo la retrocessione.

I tifosi si aspettavano una formazione in grado di tornare subito in serie B o quantomeno nella quale rispecchiarsi ma così non è stato.

Troppe cose non hanno funzionato a partire da alcune scelte estive e troppi giocatori hanno reso meno del previsto o forse, in alcuni casi, sono stati sopravallutati.

La rosa, almeno sulla carta valeva comunque di più del nono posto conseguito e starà alla società capire il motivo.

La scelta principale, se si vorrà veramente provare ancora a puntare in alto, deve partire dall’individuare il giusto direttore sportivo.

E’ infatti questo il tassello più importante, colui che fa le scelte tecniche sulla quale si basa la stagione.

Un’altra stagione anonima in serie C chiaramente non può servire a nessuno e sicuramente non riavvicinerebbe il pubblico che ha bisogno di nuovi giocatori nei quali identificarsi.

Forse tutto non è da buttare come sembra dopo aver visto le due partite dei play off con Siena e Arezzo che hanno mostrato una squadra tutta grinta e cuore pur con tutti i suoi limiti.

Piuttosto bisognerebbe domandarsi il motivo per il quale questo rendimento non si è visto per gran parte del campionato.

Marco Cito