Auguri a Giuliano Musiello !

11.01.2018 09:20 di Roberto Krengli Twitter:   articolo letto 68 volte
Fonte: it.wikipedia.org
Giuliano Musiello
Giuliano Musiello

Il 12 gennaio 1954 è nato a Torviscosa, in provincia di Udine, in Friuli-Venezia Giulia, Giuliano Musiello, che oggi dunque compie 64 anni.

Musiello ha giocato a calcio come attaccante nel ruolo di centravanti dal 1970 al 1987.

Tuttonovara gli fa i migliori auguri di buon compleanno !

 

Cenno biografico

Giuliano è stato accreditato anche come Musiello II in quanto il fratello maggiore, Mario, è stato a sua volta un calciatore che ha militato in Serie B e C, tra le altre, nel Catanzaro e nel Modena.

 

Caratteristiche tecniche

Attaccante dal vigoroso fisico nonché dotato nel gioco aereo, Giuliano Musiello si è descritto come un «numero nove coraggioso», un «centravanti di sfondamento» dal grande temperamento: «non mi abbatto mai, anche nelle occasioni più precarie cerco sempre di lottare, non mi do mai per vinto».

 

Carriera

Giuliano Musiello ha cominciato a giocare a pallone da ragazzo, nei tornei amatoriali organizzati dai bar della provincia friulana.

Notato dal Cervignano, è cresciuto nel suo settore giovanile.

Nel 1970 è stato ceduto alla SPAL del presidente Paolo Mazza, debuttando con i ferraresi in Serie C.

Nel 1972 è passato all'Atalanta dove ha avuto modo di esordire in Serie A il 12 novembre 1972, nella sfida interna contro il Torino, in cui all'86' ha realizzato a Luciano Castellini la decisiva rete dell'1-0 finale.

Diciannovenne, si è fatto notare dai campioni d'Italia della Juventus che, ritenendolo un valido prospetto, lo hanno acquistato nell'estate del 1973. In Piemonte il giovane attaccante non è riuscito tuttavia a sfondare, con il tecnico Čestmír Vycpálek che gli ha concesso apparizioni solamente in Coppa Italia, manifestazione dove ha siglato al Cesena il suo unico gol in maglia bianconera.

Dopo una stagione ha fatto quindi ritorno all'Atalanta, in Serie B.

E' passato poi, nel campionato 1975-1976, durante il mercato autunnale, all'Avellino del commendatore Antonio Sibilia dove, supportato dagli assist di Stefano Trevisanello, è parso esplodere definitivamente segnando 18 reti che lo hanno portato a vincere il titolo di capocanniere del torneo cadetto (in coabitazione con il genoano Roberto Pruzzo), e grazie alle quali è tuttora ricordato come uno dei migliori centravanti ad aver vestito la maglia biancoverde.

L'exploit in terra campana gli è valsa una nuova occasione in massima categoria, stavolta nelle file della Roma, dove ha disputato due discrete stagioni, pagando tuttavia una certa discontinuità. 

Negli anni '70 ha anche giocato una partita nella Nazionale Under 21.

Dal 1978 al 1980 ha giocato in Serie B col Genoa.

Nel 1978 ha anche militato brevemente in A col Verona.

Dal 1980 al 1982 è stato in Serie B col Foggia.

E' sceso poi in Serie C2 per due stagioni al Novara, dal 1982 al 1984.

Ha chiuso infine con il calcio cambiando società ogni anno nei campionati dilettantistici: a Ravenna, a Cuneo e a Savona. 

In carriera ha totalizzato complessivamente 100 presenze e 15 reti in Serie A, e 130 presenze e 32 reti in Serie B.

 

Curiosità

Nel 1978 è stato citato all'interno della celebre "Nuntereggae più" di Rino Gaetano, assieme ad altri calciatori dell'epoca come Causio, Tardelli, Antognoni e Zaccarelli.

 

Ecco in sintesi la carriera di Giuliano Musiello. Nell'ordine sono indicate la/e stagione/i, la squadra di club (con → sono segnati i prestiti), il numero di presenze in campionato e, tra parentesi, il numero di gol segnati:

Giocatore

Squadre di club

1970-72 - SPAL -24 (8)
1972-73 - Atalanta - 25 (2)
1973-74 - Juventus - 0 (0)
1974-75 - Atalanta - 32 (6)
1975-76 - Avellino - 32 (18)
1976-78 - Roma - 54 (10)
1978-79 - Genoa - 4 (0)
1978 - Verona - 21 (3)
1979-80 - Genoa - 25 (4)
1980-82 - Foggia - 37 (4)
1982-84 - Novara - 60 (10)
1984-85 - Ravenna - 28 (4)
1985-86 - Cuneo - 28 (3)
1986-87 - Savona - 20 (4)

Nazionale

197? - Italia Under 21 - 1 (0)

 

Palmarès

Club

Campionato Interregionale: 1   (Ravenna: 1984-85 (girone F))

Individuale

Capocannoniere della Serie B: 1   (1975-76 (18 gol, ex aequo con Roberto Pruzzo))