Serie C - Un Girone A ricco di...ricorsi e contro ricorsi

13.09.2018 19:00 di Roberto Krengli Twitter:   articolo letto 53 volte
Fonte: tuttoc.com
Serie C - Un Girone A ricco di...ricorsi e contro ricorsi

Era l'ultima squadra rimasta alla finestra, in questa convulsa settimana, per avere notizie circa la Serie B, ma anche l'Entella può dire addio al sogno di riammissione in Cadetteria. Come noto, il club ligure aveva inoltrato la domanda appellandosi alla querelle Cesena: alla fallita società romagnola, per il precedente campionato, era stata inflitta una penalizzazione di -15, e il sodalizio di patron Gozzi ha chiesto fino all'ultima che questa penalità fosse applicata alla stagione di competenza, la scorsa quindi, che avrebbe così visto il Cesena retrocedere all'ultimo posto della graduatoria e l'Entella salvo per lo slittamento in avanti della classifica. Ma nel processo discussosi ieri, il Cesena, non essendo più affiliato, è stato giudicato non sanzionabile.

Sentenza che ha quindi chiuso le porte alla proposta di riammissione della squadra di Chiavari. Patron Gozzi non ha preso bene la vicenda, esprimendosi così attraverso un comunicato ufficiale:

"La vicenda Cesena è una barzelletta: un mese fa la Corte federale d’appello, anzichè emettere una sentenza sul Cesena ha stabilito che la società romagnola e il Chievo non potessero essere separati in giudizio. Così ha ottenuto di far trascorrere il tempo affinché avvenisse la revoca dell’affiliazione del Cesena e di conseguenza si verificasse la farsa di oggi, non giungendo mai ad una sentenza definitiva quando in primo grado erano stati irrogati al Cesena ben 15 punti di penalizzazione per la stagione 18/19, ignorando l’articolo 18 sull’afflittività. E adesso i 15 punti sono svaniti nel nulla grazie a rinvii ed a rimpalli grotteschi tra i vari gradi di giudizio".

Ma l'Entella, sempre da comunicato,

"si batterà in ogni sede e con tutte le forze a disposizione perché questo sistema di giustizia sportiva, che non applica le regole esistenti o le applica a suo piacimento, ed è soggetta ad influenze di ogni tipo, sia radicalmente cambiato".

Non finisce però qui. Dopo la sentenza del CONI che ha confermato, al netto del voto contrario del presidente del Collegio di Garanzia Frattini, la B a 19 squadre, c'è anche la Pro Vercelli che si batterà legalmente avverso la decisione: con un tweet apparso sul profilo dell'avv. Di Cintio, legale del club, i piemontesi hanno fatto sapere di aver depositato il ricorso al TFN per chiedere l'annullamento dei provvedimenti emessi il 13 agosto scorso dal Commissario Straordinario della FIGC e il ritorno a una Serie B a 22 squadre (emulando quanto già fatta dal Catania).

Probabilmente seguirà questa strada anche il Novara.

Proprio per questo, il TFN, affinché siano raccolti tutti i ricorsi, si esprimerà il 28 settembre. Ed è ancora lenta agonia.

Claudia Marrone